Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
MEDICINA E CHIRURGIA
Insegnamento
NEUROLOGIA (Logistica Padova)
MEP3054127, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 6 anni in
MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2009)
ME1726, ordinamento 2009/10, A.A. 2017/18
Sf0101
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 5.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese NEUROLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di MEDICINA E CHIRURGIA (Ord. 2009)

Docenti
Responsabile PAOLO GALLO MED/26
Altri docenti DOMENICO D'AVELLA MED/27
FERDINANDO MAGGIONI MED/26

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline neurologiche MED/26 4.0
CARATTERIZZANTE Discipline neurologiche MED/27 1.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso V Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.0 20 0.0 Nessun turno
LEZIONE 5.0 40 85.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di neuroanatomia e fisiologia
Conoscenze e abilita' da acquisire: Insegnare il metodo clinico e di indagine ed i principi per riconoscere, diagnosticare e trattare le malattie/complicanze neurologiche di più comune riscontro in Medicina. Al termine del Corso, lo Studente dovrà aver sviluppato una capacità procedurale ed analitica nella valutazione del paziente con malattia/complicanze neurologiche.
Capacità procedurale:
• Ottenere una completa ed attendibile anamnesi neurologica
• Eseguire una precisa valutazione neurologica focalizzata
• Valutare un paziente con alterato livello di coscienza/stato mentale
• Fornire una chiara, coincisa, completa presentazione di casi clinici neurologici
• Possibilmente, saper eseguire una rachicentesi e comunque aver visto eseguire una rachicentesi
Capacità analitica:
• Riconoscere sintomi/segni espressione di malattia/complicanza neurologica
• Distinguere riscontri normali e patologici all’esame neurologico
• Localizzare la sede/sedi di lesione del Sistema Nervoso origine dei sintomi/ segni neurologici
• Formulare una diagnosi differenziale
• Individuarne i caratteri d’urgenza
• Formulare un piano razionale di indagine diagnostica
• Impostare un trattamento farmacologico e/o non farmacologico e formulare una prognosi
Modalita' di esame: L’accertamento del profitto verrà effettuato con esame orale
Criteri di valutazione: Lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze teoriche delle malattie neurologiche studiate e le capacità di esecuzione dell'esame neurologico.
Contenuti: 1. Anamnesi ed esame neurologico

Prevede la valutazione di:
• Stato di coscienza e stato mentale
• Nervi cranici (acuità e campo visivo, esame del fundus oculare, riflessi pupillari, movimenti oculari, udito, forza muscolare dei mm. innervati dai nervi cranici, sensibilità della faccia, riflessi corneale e faringeo).
• Funzione motoria ( marcia, coordinamento motorio, motilità e forza muscolare)
• Tono e trofismo muscolare
• Riflessi: profondi tendinei, superficiali
• Sensibilità: tattile, termodolorifica, profonda, pallestesica

La valutazione del paziente con alterato livello di coscienza prevede:
• Stato di vigilanza
• Livello di risposta a stimoli uditivi, visivi, dolorosi
• Risposta a stimoli visivi di minaccia
• Riflesso pupillare alla luce
• Riflesso oculocefalico
• Riflesso oculo-vestibolare
• Riflesso corneale
• Riflesso faringeo
• Funzione motoria: movimenti volontari, riflessi di allontanamento, movimenti involontari, tono muscolare
• Riflessi profondi tendinei e risposta plantare
• Reazione a stimoli dolorosi

2. Principi di localizzazione di sede di lesione

Principi generali per differenziare lesioni ai seguenti livelli:
• Lesione del Sistema Nervoso Centrale e lesione del Sistema Nervoso Periferico
• Emisferi cerebrali
• Fossa cranica posteriore
• Midollo Spinale
• Plessi e radici nervose
• Nervi periferici
• Giunzione neuromuscolare
• Muscolo

3. Approccio sistematico a comuni disturbi neurologici

Prevede lo sviluppo della capacità di porre diagnosi differenziale in pazienti con sintomi/segni neurologici complessi, quali:
• Ipostenia focale e ipostenia diffusa
• Impaccio motorio
• Movimenti involontari
• Disturbi della marcia
• Vertigini
• Perdita della visione, alterazioni del campo visivo e diplopia
• Disartria e disfagia
• Alterazioni acute dello stato mentale
• Demenza
• Afasia, aprassia, agnosia
• Cefalea
• Dolore focale di faccia, collo, schiena, dolore neuropatico
• Ipoestesie/parestesie
• Sintomi focali transitori o episodici
• Alterazioni della coscienza transitorie o episodiche
• Disturbi del sonno

4. Indicazione ed interpretazione di indagini di laboratorio e strumentali

Essere a conoscenza dell’utilizzo ed interpretazione dei seguenti accertamenti diagnostici:
• Rachicentesi ed esame del Liquido Cerebrospinale
• EEG
• Potenziali evocati
• Elettroneuromiografia
• Ultrasonografia carotidea e vertebrale
• TC cerebrale ( e angio-TC) e spinale
• RM cerebrale (e angio-RM) e spinale
• Neuroimaging funzionale: SPECT e PET cerebrali, RM funzionale
• Angiografia
• Biopsia del nervo e del muscolo

5. Identificazione e trattamento di specifiche rilevanti malattie/complicanze neurologiche
Si distinguono condizioni patologiche neurologiche di potenziale emergenza e malattie specifiche.

Condizioni patologiche neurologiche di potenziale emergenza
• Ipertensione endocranica
• Encefalopatia tossico-metabolica
• Ictus acuto (ischemico e emorragico)
• Emorragia subaracnoidea
• Meningiti ed encefaliti
• Stato epilettico
• Compressione midollare e della cauda equina
• Trauma cranico
• Insufficienza respiratoria acuta per malattie neuromuscolari

Malattie specifiche
• Ictus (ischemico ed emorragico)
• Epilessia
• Malattia di Alzheimer e demenze secondarie
• Malattia di Parkinson, Parkinsonismi e disturbi del movimento
• Tremore essenziale
• Sclerosi multipla e malattie demielinizzanti
• Malattia del motoneurone
• I tumori cerebrali e midollari
• Indicazioni a biopsia cerebrale, neurochirurgia endovascolare, radiochirurgia, neurochirurgia stereotassica e funzionale
• Traumi cranici e midollari
• Emicrania
• Paralisi del nervo faciale
• Neuropatie da intrappolamento
• Polineur
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali ed esercitazioni in corsia
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento:
  • Autori vari (a cura di C. Angelini, L. Battistin), Neurologia Clinica. Bologna: Esculapio, 2010. Cerca nel catalogo
  • R. Adams, M.Victor, “Principi di Neurologia”, ed. Mc Graw Hill, New York, 2009, Principi di Neurologia. New York: Mc Graw, 2009. Cerca nel catalogo