Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
ASTRONOMIA
Insegnamento
SPERIMENTAZIONI DI FISICA 2
SC01122891, A.A. 2014/15

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ASTRONOMIA
SC1160, ordinamento 2008/09, A.A. 2014/15
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PHYSICS EXPERIMENTS 2
Sito della struttura didattica http://astronomia.scienze.unipd.it/2014/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di ASTRONOMIA

Docenti
Responsabile DAVIDE DE SALVADOR FIS/03

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro FIS/05 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LABORATORIO 2.0 24 26.0 Nessun turno
LEZIONE 4.0 32 68.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2015
Fine attività didattiche 12/06/2015

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 Commissione Sperimentazioni di Fisica 2 2016-2017 01/10/2016 30/09/2017 DE SALVADOR DAVIDE (Presidente)
CARNERA ALBERTO (Membro Effettivo)
NAPOLITANI ENRICO (Supplente)
4 Commissione Sperimentazioni di Fisica 2 15-16 01/10/2015 30/09/2016 DE SALVADOR DAVIDE (Presidente)
CARNERA ALBERTO (Membro Effettivo)
NAPOLITANI ENRICO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza della teoria degli errori di misura. Basi dell'ottica da Fisica Generale II ( i fenomeni di riflessione e rifrazione delle onde, leggi della riflessione e rifrazione, i fenomeni di interferenza, diffrazione da una fenditura e da un foro circolare)
Conoscenze e abilita' da acquisire: Obiettivo primario del corso è fornire agli studenti una base di ottica che sarà poi applicata nei corsi successivi (ad esempio Laboratorio di Astronomia) dove verranno trattati gli strumenti astronomici e le tecniche osservative.
Tramite esperienze di laboratorio verranno applicate le conoscenze teoriche.
Lo studente dovrà imparare a capire analizzare e misurare semplici sistemi ottici.
Modalita' di esame: L'esame si baserà su un esame orale durante il quale verranno discusse individualmente le relazioni di laboratorio precedentemente consegnate e verranno esposti e discussi gli aspetti teorici presentati a lezione.
Criteri di valutazione: Verrà valutata la capacità di presentare i risultati di laboratorio tramite grafici appropriati e coerentemente commentati nelle relazioni. La capacità di analizzare criticamente le misure svolte e di saper descrivere correttamente gli aspetti teorici discussi a lezione.
Contenuti: PROGRAMMA DEL CORSO: richiami su principio della rifrazione e riflessione; il diottro sferico; la formazione dell'immagine nel diottro sferico; le lenti sottili, le lenti spesse e i sistemi di lenti; gli specchi e lo specchio sferico; l'aberrazione sferica e l'aberrazione cromatica; la teoria di Seidel delle aberrazioni; configurazioni ottiche dei telescopi astronomici.

ESPERIENZE IN LABORATORIO: misura della lunghezza focale di una lente convergente simmetrica; misura della lunghezza focale di una lente divergente simmetrica; misura dell'aberrazione sferica in una lente convergente simmetrica; misura dell'aberrazione cromatica in una lente convergente simmetrica.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali tramite dimostrazioni geometriche alla lavagna con l'ausilio di slides per i grafici, dei principali aspetti dell'ottica geometrica. Presentazione sintetica in aula degli esperimenti. Discussione per gruppi e collettiva in laboratorio dell'impostazione pratica e degli aspetti critici degli esperimenti durante il loro svolgimento. Presentazione e discussione, prima dell'esame delle relazioni corrette.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti possono avvalersi delle dispense del corso scaricabili dal sito web del Dipartimento di Astonomia.
Testi di riferimento:
  • Taylor, John R., Introduzione all'analisi degli errorilo studio delle incertezze nelle misure fisicheJohn R. Taylor. Bologna: Zanichelli, 2000.
  • Secco, Luigi, Ottica geometrica gaussiana e sue deviazionicorso introduttivoLuigi Secco. Padova: CUSL nuova vita, 2000.
  • Tempesti, Piero, <<Le >>aberrazioni ottichePiero Tempesti. Padova: Libreria Progetto, 2005.