Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
ASTRONOMIA
Insegnamento
SPERIMENTAZIONI DI FISICA 1 (MOD. B)
SCN1032567, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ASTRONOMIA
SC1160, ordinamento 2008/09, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Denominazione inglese EXPERIMENTS IN PHYSICS 1 (PART B)
Sito della struttura didattica http://astronomia.scienze.unipd.it/2013/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile ROBERTO CAIMMI FIS/05

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
SCN1032565 SPERIMENTAZIONI DI FISICA 1 ROBERTO CAIMMI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Sperimentale e applicativo FIS/01 6.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LABORATORIO 3.0 36 39.0 Nessun turno
LEZIONE 3.0 24 51.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 03/03/2014
Fine attività didattiche 14/06/2014

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Conoscenze di base di Analisi Matematica I e Fisica I
Conoscenze e abilita' da acquisire: Elaborazione e rappresentazione grafica dei dati al fine di risolvere il problema della misura, ossia associare ai dati in questione la stima piu' plausibile della misura della grandezza fisica considerata, e dell'indeterminazione ad essa associata.
Acquisizione di una semplice tecnica di regressione lineare.
Modalita' di esame: Prova pratica consistente nell'effettuazione singola di un'esperienza svolta durante il corso.
Prova orale consistente nella verifica delle nozioni di teria sul calcolo degli errori e sulle esperienze, svolta durante il corso.
Criteri di valutazione: La valutazione sara' effettuata sulla relazione scritta concernente la prova pratica e sul colloquio nel corso della prova orale.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Lezioni Teoriche:

Grandezza. Grandezza fisica. Misura. Unita' di misura. Oggetto di misura. Operazioni di misura. Metodo di misura. Metodi di misura diretti, con uso di strumenti tarati, indiretti. Problema della misura. Soluzione del problema della misura. Metodi di misura a carattere deterministico e a carattere statistico. Errore di sensibilita'. Sensibilita'. Errori accidentali. Errori sistematici.
Nonio lineare: caratteristiche costitutive, modalita' di utilizzo, determinazione dell'errore di sensibilita' .
Nonio circolare: caratteristiche costitutive, modalita' di utilizzo, determinazione dell'errore di sensibilita'.

Eventi e relative proprieta'. Variabile aleatoria. Distribuzione. Dominio discreto e continuo. Speranza matematica, analitica, geometrica. Errore.
Varianza matematica. Distribuzione binomiale, gaussiana, poissoniana. Stati macroscopici
virtualmente impossibili ed effettivamente possibili. Formula di
De Moivre - Stirling. Frequenza assoluta e relativa. Teorema di
Bernoulli. Legge dei grandi numeri. Teorema della speranza matematica. Teorema della distribuzione multipla. Teorema del limite centrale. Interpretazione statistica dell'errore accidentale. Media lineare. Media aritmetica generalizzata. Media
aritmetica. Distribuzione degli scarti. Metodi di misura indiretti. Metodo dei minimi quadrati.

Esperienze di laboratorio: Verifica empirica della comparsa degli errori accidentali in relazione a misure di lunghezza con metodi di misura a sensibilita' sufficientemente elevata; Verifica empirica dell'attendibilita' statistica della distribuzione degli scarti; Verifica empirica della seconda legge della dinamica e dell'equivalenza tra massa gravitazionale e massa inerziale; determinazione empirica del momento di inerzia e del coefficiente di attrito di un volano; determinazione empirica dell'accelerazione di gravita' mediante il pendolo reversibile di Kater; determinazione empirica del coefficiente di viscosita' dell'acqua mediante una buretta che scarica attraverso un capillare orizzontale.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali riguardanti la teoria e le modalita' di svolgimento delle prove pratiche da effettuarsi successivamente.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il primo testo di riferimento citato e' quello principale, i rimanenti sono opzionali per approfondimenti.
Gli studenti hanno la possibilita' di fotocopiare a spese proprie il materiale stampato attinente agli argomenti presentati.
Testi di riferimento:
  • L. Secco, Gli errori nelle misure fisiche. Padova: Diade, --. testo di riferimento principale Cerca nel catalogo
  • R. Caimmi, Il problema della misura. Padova: Diade, --. Cerca nel catalogo
  • J.R.Taylor, Introduzione all’analisi degli errori. --: Zanichelli, --. Cerca nel catalogo
  • M.Loreti, Teoria degli errori e fondamenti di statistica. --: --, --. Cerca nel catalogo