Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)
Insegnamento
ASPETTI EDUCATIVI NELLE PATOLOGIE IN ETA' EVOLUTIVA
MEP3052082, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2014/15

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)
ME1847, ordinamento 2011/12, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese EDUCATIONAL ASPECTS OF CHILDHOOD DISORDERS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Neuroscienze (DNS)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede ROVIGO
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)

Docenti
Responsabile LUCA SAMBUGARO
Altri docenti SILVIA CARRARO MED/38
SILVIA ZANATO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Scienze dell'educazione professionale sanitaria MED/48 5.0
CARATTERIZZANTE Scienze interdisciplinari e cliniche MED/39 2.0
CARATTERIZZANTE Scienze medico chirurgiche MED/38 2.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 90 135.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2016
Fine attività didattiche 20/01/2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 ASPETTI EDUCATIVI NELLE PATOLOGIE IN ETA' EVOLUTIVA 01/10/2017 30/09/2018 CATTELAN DARIA (Presidente)
CARRARO SILVIA (Membro Effettivo)
ZANATO SILVIA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base di psichiatria e di psicologia dell’età evolutiva
Conoscenza dei principali approcci teorico-pratici della promozione della salute. Conoscenze dei principali modelli di progettazione e programmazione dell’intervento educativo professionale nei contesti di vita e nei contesti sanitari.
Tali conoscenze sono requisiti propedeutici all’acquisizione di competenze di analisi, e di interpretazione dei casi problema proposti in aula (PBL). Saranno necessarie conoscenze di base per l’utilizzo della piattaforma Moodle universitaria per i lavori di gruppo a distanza con la supervisione del docente.
Sono necessarie capacità di studio individuali e di gruppo per la costruzione di elaborati di approfondimento condivisi.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Prof. Zanato: Introduzione alla neuropsichiatria infantile: cenni storici, sistemi classificativi. L’ Urgenza in neuropsichiatria infantile. La rete dei Servizi. Elementi predittivi di buono sviluppo psichico. Il bambino e la malattia. Disturbi d’ansia. Disturbo ossessivo-compulsivo. Tic e Tourette. Sindromi dissociative (da conversione). Sindromi somatoformi. ADHD. Disturbi del comportamento. Disturbi dello spettro artistico. Ritardo mentale.
Psicosi e schizofrenia (EOE e VEOS).

Prof. Sambugaro:
Lo studente dovrà dimostrare di conoscere i principali disturbi dello sviluppo. Dovrà, inoltre, saper comprendere e saper comunicare cosa accade quando la presenza di una patologia in un bambino altera le normali tappe evolutive. Dovrà conoscere cosa accade ai processi di strutturazione della personalità, come si modifica il comportamento e le relazioni nel contesto di vita del bambino, del fanciullo e dell’adolescente, quando si presenta un disturbo dell’età dello sviluppo. Lo studente dovrà dimostrare di saper analizzare con criteri educativi le situazioni problema proposte in aula ed individuare strategie pertinenti di cambiamento e di miglioramento dello stato di salute.
Sulla base di casi problema , lo studente da solo e in collaborazione con altri studenti dovrà dimostrare di saper ricercare dati e informazioni utili per la conoscenza-analisi dei problemi educativi e per la formulazione di ipotesi di risposta pertinenti e appropriate, utilizzando strumenti propri dell’educatore professionale (metodologie dell’osservazione educativa, le Logiche Disposizionali, dell’Attuazione, della della Causazione), sottostanti alla relazione educativa.
Lo studente dovrà saper dimostrare di aver acquisito le abilità necessarie a condurre un confronto costruttivo in gruppo, per l’individuazione di un progetto educativo condiviso, utilizzando metodologie del lavoro d’equipe e di partecipazione attiva, dimostrando altresì di avere appreso dall’esperienza .
Modalita' di esame: Scritto + orale
Criteri di valutazione:
Contenuti: Modulo 1 prof. Sambugaro
I disturbi dello sviluppo in riferimento
I ritardi mentali, i disturbi pervasivi dello sviluppo e dello spettro autistico, i disturbi dell’attenzione con e senza iperattività, i disturbi della coordinazione motoria, i disturbi specifici del linguaggio e della comunicazione, i disturbi specifici dell’apprendimento, la comorbilità psicopatologica nei disturbi dello sviluppo.
I processi di conoscenza e le modalità di rappresentazione di un disturbo nei bambini, nei genitori, nei fratelli, negli insegnanti.
Metodologie e tecniche per l’educazione e l’osservazione.
Il Progetto Pedagogico secondo il gruppo interdisciplinare di Trento e le mappe disposizionali.

Modulo 2 prof.ssa Zanato
Introduzione alla neuropsichiatria infantile: cenni storici, sistemi classificativi.
L’ Urgenza in neuropsichiatria infantile. La rete dei Servizi.
Elementi predittivi di buono sviluppo psichico. Il bambino e la malattia.
Disturbi d'ansia. Disturbo ossessivo-compulsivo. Tic e Tourette. Sindromi dissociative (da conversione). Sindromi somatoformi.
ADHD. Disturbi del comportamento.
Disturbi dello spettro autistico. Ritardo mentale.
Psicosi e schizofrenia. (EOE e VEOS).

Modulo 3 prof.ssa Carraro
1. Introduzione alla pediatria: normalità e patologia

2. Accrescimento staturo-ponderale

3. Sviluppo psico-motorio

4. Controlli di salute nel lattante / bambino

5. Azioni preventive per una buona crescita del bambino: educazione alla famiglia

6. Ritardo dello sviluppo psicomotorio / disabilità intellettiva / paralisi cerebrali

7. Febbre e convulsioni febbrili: educazione dei genitori e degli operatori alla gestione ed alla terapia febbre e delle convulsioni febbrili

8. Infezioni congenite e malattie esantematiche

9. Comunicazione e counseling

10. Metodologia educativa del bambino / adolescente, della famiglia e dei care giver / educatori (scuola, sport ...) nella gestione quotidiana dell’epilessia
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali con utilizzo di power point, viedeo e schede. Utilizzo di Casi problema di discussione e per l'attivazione di strategie e ipotesi di soluzione secondo (PBL). e-learning con supervisione a distanza del docente.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Prof. Zanato:
D.Marcelli “Psicopatologia del bambino” ed. Masson.
D. Marcelli “Adolescenza e psicopatologia” ed. Masson.
S. Vicari, A. Villani “Psichiatria pratica dell’Età Evolutiva” ed. Il Pensiero Scientifico
M.G.Martinetti, M.C.Stefanini “Approccio evolutivo alla neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza” ed. Seid
R. Barkley “Bambini Provocatori” ed. Ars Medica.
R. Barkley, C.M. Benton “Figli irrequieti” Armando ed.

Prof. Sambugaro:
B.Mazzoncini, L. Musatti, “I disturbi dello sviluppo. Bambini, genitori, insegnanti).
G.Pietropolli Charmet “La paura di essere brutti. Gli adolescenti e il corpo.”, Cortina Raffaello.
G. Dalle Fratte – “Teoria e modello in pedagogia” Armando Editore
S. Maida e al. “Educazione e Osservazione”, Carrocci Faber
V. Mariani,”Il lavoro d'équipe nei servizi alla persona”, Ed. del Cerro
Testi di riferimento: