Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE
Insegnamento
MIGLIORAMENTO GENETICO
AG01122626, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE (Ord. 2017)
AG0063, ordinamento 2017/18, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum PRODUZIONI VEGETALI [002LE]
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENETIC IMPROVEMENT
Sito della struttura didattica http://www.agrariamedicinaveterinaria.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento Agronomia Animali Alimenti Risorse Naturali e Ambiente (DAFNAE)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede LEGNARO (PD)
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARGHERITA LUCCHIN AGR/07

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
AG01122626 MIGLIORAMENTO GENETICO MARGHERITA LUCCHIN AG0063

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline del miglioramento genetico AGR/07 8.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
ESERCITAZIONE 1.0 8 17.0 Nessun turno
LABORATORIO 1.0 8 17.0 2
LEZIONE 6.0 48 102.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 Commissione a.a. 2016/17 01/12/2016 30/11/2017 LUCCHIN MARGHERITA (Presidente)
BARCACCIA GIANNI (Membro Effettivo)
VANNOZZI ALESSANDRO (Supplente)
VAROTTO SERENA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Gli studenti devono possedere buone conoscenze di genetica agraria, biologia e biochimica vegetale, statistica, produzioni erbacee ed arboree. Tali conoscenze sono acquisite durante i corsi della laurea triennale di primo livello.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente acquisisce conoscenze e strumenti per la valutazione della variabilità genetica naturale e indotta e per la sua utilizzazione ai fini selettivi. E' in grado di pianificare un programma di miglioramento genetico e di scegliere le procedure più idonee alla costituzione di nuove varietà integrando le procedure tradizionali del miglioramento genetico con strumenti biotecnologici. E' capace di organizzare e gestire i processi di tracciabilità genetica delle varietà vegetali nell'intera filiera produttiva.
Modalita' di esame: La preparazione dello studente è verificata attraverso un accertamento scritto intermedio, basato sulla soluzione di esercizi e la risposta a domande chiuse ed aperte, e un esame finale orale.
Criteri di valutazione: Lo studente deve dimostrare di aver acquisito i concetti proposti durante le lezioni, di saperli discutere criticamente e con proprietà di linguaggio.
Contenuti: 1° CFU: Prospettive storiche e importanza del miglioramento genetico vegetale. Obiettivi e problematiche attuali. Approccio classico e approccio biotecnologico. Sistemi riproduttivi delle piante coltivate e loro controllo. Autoincompatibilità e machiosterilità. Specie che si propagano per via vegetativa.
2° CFU:Le risorse genetiche vegetali. Domesticazione ed evoluzione delle piante coltivate. Ecotipi e landraces.
Cause dell’erosione e dell’inquinamento genetico. Esplorazione del germoplasma come fonte di geni utili.
3° CFU: Struttura delle popolazioni propagate vegetativamente nella protica agricola. Principi del miglioramento genetico basato sull'ibridazione o sull'utilizzo delle mutazioni. Cloni. Selezione clonale nei fruttiferi.
4° CFU: Struttura genetica delle popolazioni di specie prevalentemente autogame. Procedure di selezione e costituzione varietale nelle autogame. Linee pure, ibridi F1.

5° CFU: Struttura genetica delle popolazioni di specie prevalentemente allogame. Equilibrio Hardy-Weinberg. I fondamenti genetici della selezione.Ereditabilità. Depressione da inbreeding ed eterosi. Test di progenie. Stima dell’ACG e dell’ACS. Selezione ricorrente. Varietà in equilibrio e varietà sintetiche. Linee inbred e ibridi F1. Il Registro varietale.
6° e 7° CFU: Il miglioramento genetico su base molecolare. Marcatori molecolari PCR-derivati. Fingerprinting genetico e identificazione genetico-molecolare delle varietà. Indici di similarità e di diversità genetica. Costruzione di mappe genetiche. Caratteri quantitativi. Ricerca e mappaggio di QTL. Strategie di breeding assistito (MAS).
8° CFU: Ingegneria genetica e tecnologia del DNA ricombinante. Trasformazione genetica e produzione di organismi geneticamente modificati (OGM). Varietà transgeniche. Analisi di OGM e tracciabilità dei prodotti. Cisgenesi e Genome editing.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso prevede lezioni frontali ed esercitazioni in aula, in laboratorio e visite in campo a prove comparative di linee/progenie/popolazioni sottoposte a selezione. In laboratorio gli studenti hanno l'opportunità di acquisire esperienza diretta nell'analisi della variabilità genetica e nell'identificazione varietale mediante marcatori molecolari.
Si raccomanda la frequenza alle lezioni.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per facilitare la comprensione dei concetti proposti e per fornire esempi o casi di studio, le lezioni sono supportate da diapositive. Queste sono rese disponibili al link https://elearning.unipd.it/scuolaamv/

Il docente riceve gli studenti al termine delle lezioni o su appuntamento
Testi di riferimento:
  • Barcaccia G., Falcinelli M., Genetica e Genomica, vol. II, III.. Napoli: Liguori, 2008.
  • Sleper DA, Poehlman JM, Breeding Field Crops. Ames, Iowa, USA: Blackwell Publ., 2006. Cerca nel catalogo
  • S. Mohan Jain, DS Brar, Molecular Techniques in Plant Improvement. Dordrecht Heidelberg London Ne: Springer, 2010.