Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
PSICOLOGIA CLINICO-DINAMICA
Insegnamento
DIAGNOSI PSICOANALITICA
PSP6076217, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
PSICOLOGIA CLINICO-DINAMICA (Ord. 2017)
PS1088, ordinamento 2017/18, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PSYCHOANALYTIC DIAGNOSIS PERSONALITY STRUCTURE AND CLINICAL PROCESS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile CRISTINA MAROGNA M-PSI/07

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia dinamica e clinica M-PSI/07 9.0

Modalità di erogazione
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Organizzazione della didattica
Tipo ore Crediti Ore di
Corso
Ore Studio
Individuale
Turni
LEZIONE 9.0 63 162.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 MAROGNA CRISTINA (Presidente)
CACCAMO FLORIANA (Membro Effettivo)
DE MARI MASSIMO (Membro Effettivo)
FERRUZZA EMILIA (Membro Effettivo)
GHEDIN SIMONA (Membro Effettivo)
MANGINI ENRICO (Membro Effettivo)
NOBILE FRANCESCA (Membro Effettivo)
ROCCO DIEGO (Membro Effettivo)
ZONCA VALENTINA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente deve aver acquisito le competenze dei corsi di Psicologia Dinamica, Fondamenti di colloquio psicodinamico.
I testi di riferimento sono:
Mangini E. (2001) “Lezioni sul pensiero freudiano”. Led, Milano.
Mangini E. (2003) “Lezioni sul pensiero post-freudiano”. Led, Milano.
Semi, A. (1985) Tecnica del colloquio. Raffaello Cortina Editore, Milano.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire agli studenti strumenti teorici e tecnici per comprendere come, in ambito psicoanalitico, è formulata la diagnosi. Partendo dalla comprensione della sofferenza psichica individuale sarà possibile collocare la richiesta di consultazione in un quadro più complesso dove diviene chiaro per la coppia paziente-terapeuta quale indicazione al trattamento è più opportuna.
Modalita' di esame: Orale
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione dello studente si baserà sulla comprensione degli argomenti trattati nei testi proposti. Viene valutata sia l'acquisizione dei concetti teorici e delle metodologie cliniche sia la capacità di elaborare ed applicare le competenze acquisite in modo autonomo, critico e consapevole dei criteri differenziali tra le diverse possibili diagnosi.
Contenuti: La teoria dell'appoggio viene proposta quale modello irrinunciabile per la comprensione di fenomeni clinici come il narcisismo, gli sviluppi teorici dei concetti di pulsione di vita e di morte e per dare fondamento metapsicologico al decentramento strutturale del soggetto dell'inconscio. La diagnostica di Mc Williams esemplificherà, per l’asse dei livelli maturativi, i concetti di: pulsioni, strutture intrapsichiche, i meccanismi difensivi, tipi d’angoscia, relazioni oggettuali e la valutazione della coesione del Sé. Per l’asse delle differenti tipologie personologiche saranno indagate: schizoide, narcisistica, antisociale, depressiva, masochistica, isterica e ossessiva. Con esemplificazioni cliniche si approfondirà il concetto di funzionamento/disfunzionamento mentale dell'analista in relazione con il paziente e i rimedi che la cura psicoanalitica offre al dolore psichico.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento consiste prevalentemente in lezioni frontali (presentazioni Power Point e video). Saranno proposti lavori di gruppo, esercitazioni su materiale clinico fornito dalla docente e analisi di casi clinici. Sono apprezzate: la partecipazione attiva degli studenti e le proposte di approfondimento di tematiche specifiche.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Possibili approfondimenti:
- La Scala M. e Costantini M.V. (2008) “Il lavoro psicoanalitico sul limite. Contributi teorici e clinici”. Franco Angeli, Milano.
- La Scala,M. (2012) “Spazi e limiti psichici. Fobie spaziali, funzionamento borderline, la vergogna, la melanconia”. Franco Angeli, Milano.
- Mcdougall J. (1990) “I teatri del corpo”. Raffaello Cortina, Milano.
- Racalbuto A. (1994) “Tra il dire e il fare”. Raffaello Cortina, Milano
- Bolognini S. (2008) “Passaggi segreti. Teoria e tecnica della relazione interpsichica”. Boringhieri, Torino.
- Quinodoz J.M. (2003) “I sogni che voltano pagina”. Raffaello Cortina, Milano.
- Ogden Th. (1994) “La identificazione proiettiva e la tecnica psicoterapeutica”. Astrolabio, Roma
- Baranger M. Baranger W.(1990) “La situazione psicoanalitica come campo bi-personale” Raffaello Cortina, Milano.
Testi di riferimento:
  • McWilliams N., La diagnosi psicoanalitica. Roma: Astrolabio, 2012. Cerca nel catalogo
  • Conrotto F., Tra il sapere e la cura. Un itinerario freudiano.. Milano: Franco Angeli, 2000. Cerca nel catalogo
  • Ferro A., Fattori di malattia, fattori di guarigione. Milano: Raffaello Cortina, 2002. Cerca nel catalogo