PITACCO ANDREA

Recapiti
Posta elettronica
1e6445b2a9981deb8367014cda00f0e7
porta questa
pagina con te
Struttura Dipartimento Agronomia Animali Alimenti Risorse Naturali e Ambiente (DAFNAE)
Telefono 0498272848
Qualifica Professore associato confermato
Settore scientifico AGR/03 - ARBORICOLTURA GENERALE E COLTIVAZIONI ARBOREE
Rubrica di Ateneo  Visualizza
 

Orario di ricevimento
Lunedì dalle 14:00 alle 15:00 Conegliano, Ex "Casa del Preside" E' sempre consigliato stabilire l'apuntamento via email.
Mercoledì dalle 14:00 alle 16:00 Agripolis, II Stecca, II piano, Ufficio 2011 E' sempre consigliato stabilire l'apuntamento via email.
(aggiornato il 30/04/2016 16:41)

Proposte di tesi
-- Tesi per laurea in Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche o Scienze e Tecnologie Agrarie:
1) Monitoraggio dello sviluppo fenologico della Glera. La tesi verrà svolta in un vigneto privato a Cozzuolo (TV), nel quale differenze altimetriche e una particolare conformazione della zona provocano notevoli gradienti naturali nello sviluppo fenologico. Lo studente dovrà monitorare, tra febbraio e settembre 2014, lo sviluppo fenologico e la maturazione dell'uva, allo scopo di determinare relazioni tra microclima e fisiologia della pianta.
2) Studio della diffusione e delle caratteristiche della Viticoltura residua nelle isole della Laguna di Venezia. La tesi riguarda il censimento dei vigneti e delle singole piante ancora presenti, con l'obiettivo di determinare l'attuale consistenza della viticoltura lagunare e preservare eventuali genotipi di interesse.
3) Studio della resistenza all'asfissia e alla salinità di nuovi portinnesti. Il lavoro riguarda l'analisi della performance di un nuovo portinnesto selezionato dall'Università di Milano, per affrontare situazioni pedologiche difficili, quali quelle che si incontrano nei terreni delle isole della Laguna di Venezia.
4) Studio storico sulla Viticoltura in Istria e Dalmazia. Il lavoro riguarda il censimento e l'analisi di fonti storiche relative alla diffusione della viticoltura in queste regioni con particolare riferimento alla definizione delle varietà coltivate e ai rapporti con Venezia dai tempi della Serenissima alla prima Guerra Mondiale.


-- Tesi per laurea magistrale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio
1) Studio del bilancio idrico e del carbonio in vigneto mediante tecniche micrometeorologiche. La ricerca riguarda l'analisi di campagne di misura effettuate utilizzando la tecnica dell'eddy covariance, nonché la manutenzione del sito di misura a San Stino di Livenza. Il candidato deve avere buona attitudine all'elaborazione di dati complessi e possibilmente familiarità con la programmazione (IDL, Python, Fortran).
2) Studio dei flussi di respirazione del terreno in terreni torbosi. Lo studio riguarda terreni nella zona di Cona (VE), per quantificare le perdite di carbonio per ossidazione e sviluppare tecniche agronomiche alternative.
3) Studio della distribuzione diametrica e della velocità di caduta delle gocce di pioggia mediante disdrometro laser. La ricerca riguarda lo sviluppo di una stazione disdrometrica per lo studio degli effetti delle precipitazioni sull'erosione in zone collinari.
4) Sviluppo di modelli matematici di processi ecofisiologici e micrometeorologici. Il lavoro può riguardare lo sviluppo di a) modelli di conduttanza stomatica e scambio gassoso a scala fogliare, b) modelli di crescita e sviluppo di piante, c) modelli SVAT (Soil-Vegetation-Atmosphere Transfer schemes). E' evidentemente richiesta familiarità o attitudine per la programmazione (IDL, Stella, Python, Fortran).

-- Tesi sperimentali per laurea magistrale in Scienze e Tecnologie Agrarie.
1) Analisi della cavitazione xilematica in piante di vite. la ricerca riguarda la misura sperimentale dell'emissione ultraacustica per caratterizzare la resistenza alla cavitazione in piante adulte di vite. Il candidato deve possedere un concreto interesse per la fisiologia vegetale e buona attitudine alla sperimentazione.

Curriculum Vitae
Andrea Pitacco si è laureato in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di Padova con il massimo dei voti e la lode. Ha iniziato a frequentare l’allora Istituto di Coltivazioni Arboree nel 1980, svolgendovi un’intensa attività di ricerca su diverse tematiche inerenti l’ecofisiologia delle specie arboree, contribuendo allo sviluppo del primo modello matematico di trasferimento dell’acqua nel Sistema Suolo-Pianta-Atmosfera adatto a condizioni di aleatoria disponibilità idrica prodotto in ambito nazionale.

Si è interessato di modellizzazione del regime radiativo di colture discontinue, sviluppando un modello originale per lo studio della forma ottimale delle chiome arboree. Dalla fine degli anni '80 è attivamente impegnato nello studio della micrometeorologia applicata a colture agrarie e forestali e dei rapporti Vegetazione-Atmosfera in generale. Ha partecipato attivamente all’attività del gruppo di lavoro sugli "Instrumental and Methodical Problems of Land Surface Measurements" della European Geophysical Society, che ha coordinato la campagna internazionale di misura del bilancio energetico superficiale EBEX-2000. È stato coordinatore scientifico nazionale del primo progetto approvato dal CNR sullo studio dei "Flussi di energia, materia e quantità di moto da colture erbacee e arboree".

Ha svolto due soggiorni di studio in qualità di foreign specialist presso il National Institute of Agro Environmental Sciences di Tsukuba (JA), supportato da borse di studio della Science and Technology Agency of Japan ed è stato numerose volte visiting scientist presso l’Università di Basilea (CH) con cui ha una stabile collaborazione di ricerca, approfondendo le problematiche relative all’anemometria ad ultrasuoni e la tecnica dell’eddy covariance.

Attualmente, la sua attività di ricerca è focalizzata sullo studio delle Interazioni Vegetazione-Atmosfera, con particolare riguardo alla caratterizzazione teorica e sperimentale dei processi di trasporto turbolento in canopy vegetali discontinue. E' specificatamente coinvolto nello studio della capacità di assorbimento del Carbonio da parte della vegetazione agraria (in particolare quella arborea: vite, olivo), partecipando al network globale di monitoraggio dei bilancio di energia, acqua e carbonio della vegetazione terrestre(FLUXNET). E' stato delegato del MiPAAF alla Commissione speciale OIV sul bilancio della CO2 nel settore vitivinicolo.

E' Professore associato presso il Dipartimento di Agronomia ambientale e Produzioni vegetali dell’Università di Padova ed è presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio. Conta più di 100 pubblicazione a stampa.

Insegnamenti dell'AA 2017/18
Corso di studio (?) Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Lingua Responsabile
AV2293 001LE AVP5073877 SUSTAINABLE VITICULTURE AND WOODY CROP PRODUCTION
Info e programma immatricolati A.A. 2016/17
Attuale A.A. 2017/18
6 II Primo
semestre
ENG ANDREA PITACCO
AV2293 002LE AVP5073877 SUSTAINABLE VITICULTURE AND WOODY CROP PRODUCTION
Info e programma immatricolati A.A. 2016/17
Attuale A.A. 2017/18
6 II Primo
semestre
ENG ANDREA PITACCO
IF0321 COMUNE AVP3054251 VEGETATION-ATMOSPHERE INTERACTIONS
Info e programma immatricolati A.A. 2017/18
Attuale A.A. 2017/18
8 I Secondo
semestre
ENG ANDREA PITACCO
AG0058 COMUNE AGO2044035 VITICOLTURA
Info e programma immatricolati A.A. 2016/17
Attuale A.A. 2017/18
10 II Secondo
semestre
ITA ANDREA PITACCO