Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
Insegnamento
MUSICA PER FILM
LE01121395, A.A. 2010/11

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2009/10

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
LE0615, ordinamento 2008/09, A.A. 2010/11
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese FILM MUSIC
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ROBERTO CALABRETTO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline dello spettacolo, della musica e della costruzione spaziale L-ART/07 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 07/03/2011
Fine attività didattiche 18/06/2011
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2013/18 01/12/2017 30/11/2019 CALABRETTO ROBERTO (Presidente)
SALVATORE ROSAMARIA (Membro Effettivo)
PIVA MANLIO CELSO (Supplente)
5 2013/17 01/10/2016 30/11/2017 CALABRETTO ROBERTO (Presidente)
SALVATORE ROSAMARIA (Membro Effettivo)
PIVA MANLIO CELSO (Supplente)
4 2013/16 01/10/2015 30/09/2016 CALABRETTO ROBERTO (Presidente)
SALVATORE ROSAMARIA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Per seguire agevolmente e con profitto il corso lo studente dovrà essere in possesso dei seguenti prerequisiti: conoscenza della storia del cinema; acquisizione dei fondamenti della teoria dell’audiovisione; possesso dei fondamenti della comunicazione musicale e dei parametri del linguaggio sonoro.
Risultati di apprendimento previsti: Alla fine del corso lo studente dovrà essere in grado di analizzare la colonna sonora di un film in tutte le sue componenti: musica, rumori e voci. Dovrà poi saper applicare la teoria dell’audiovisione ai diversi generi cinematografici e conoscere la storia della musica per film nelle sue linee fondamentali.
Contenuti: Sarà affrontato lo studio delle teorie estetiche della musica per il cinema, la televisione, il video e lo spot pubblicitario. Saranno analizzate le diverse problematiche inerenti alla realizzazione del commento sonoro (musica composta, adattata, uso dei motivi conduttori, presenze motiviche e tematiche, fenomenologia del rumore ecc.).
Programma: L’allestimento di una colonna sonora: pre-produzione, scrittura, post-produzione. Il sistema produttivo cinematografico e i compositori artigiani. La risonorizzazione, il restauro della musica per film, i dischi di musica per film, la musica per film oltre il cinema.
Percorso storico:
Giuseppe Becce e la nascita della musica di repertorio.
I primi momenti della musica cinematografica.
Giuseppe Becce e la Kinothek.
Il gruppo dei Sei e il cinema.
Analisi della partitura composta da Erik Satie per Entr’acte di René Claire
Riferimenti alla colonna sonora di Arthur Honegger per Napoléon di Abel Gance.
Dalla musica al cinema: La Scuola di Vienna. Le partiture di Edmund Meisel.
Arnold Schoenberg e il cinema.
La Begleitmusik fuer eine Lichtspielzene op. 34 e l’adattamento cinematografico di Straub-Huillet.
Alban Berg, Lulu. La nascita di una nuova drammaturgia: il cinema all’interno del teatro musicale.
Riferimenti alle colonne sonore di Edmund Meisel per il cinema di Walter Ruttmann e Sergej Ejzenstejn.
Tra entusiasmi e ripensamenti: La Generazione dell’Ottanta e la musica da film.
Riferimenti alle colonne sonore di Ildebrando Pizzetti e Gian Francesco Malipiero.
Il ‘caso’ Petrassi.
La musica contemporanea e il cinema muto.
Rimusicare un film muto: problemi e strategie compositive.
Un caso esemplare: Il cane Andaluso di Louis Buňuel. Analisi delle partiture di Mauricio Kagel e Wolfgang Rihm.
Non solo Hollywood: Bernard Hermann e la scuola americana.
Bernard Hermann: dal radiodramma alla musica da film.
Analisi della colonna sonora di Psycho di Alfred Hitchcock.
Suoni e rumori.
La fenomenologia del rumore nel cinema sonoro.
Riferimenti al cinema di Robert Bresson e Michelangelo Antonioni.
Maurice Jaubert e le avanguardie francesi degli anni venti.
La musica in Francia nell’età del sonoro. Riferimenti a Joseph Kosma e il cinema di Renoir.
Maurice Jaubert e Jean Vigo. Analisi della colonna sonora de L’atalante.
La musica nel cinema italiano del secondo dopoguerra: Nino Rota e i suoi discepoli.
Un fortunatissimo sodalizio: Nino Rota e Federico Fellini.
Analisi della colonna sonora de La strada. La ‘musica personaggio’.
La musica nel cinema di Visconti.
L’utilizzo della musica preesistente.
Anton Bruckner e Giuseppe Verdi in Senso.
Testi di riferimento: Roberto Calabretto, Lo schermo sonoro. Venezia: Marsilio, 2010. Cerca nel catalogo
Metodi didattici: Le lezioni hanno carattere laboratoriale e mirano a fornire precise competenze nall'analisi della musica per film. Le lezioni saranno costantemente accompagnate dalle proiezioni e da esemplificazioni musicali.
Metodi di valutazione: La verifica consiste nella discussione del programma realizzato all’interno del corso previa la consegna di una relazione scritta all’insegnante.
Altro: