Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
STORIA
Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA
LE19108331, A.A. 2010/11

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2010/11

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
STORIA
LE0600, ordinamento 2008/09, A.A. 2010/11
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF PHILOSOPHY
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIAN FRANCO FRIGO

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEL1005690 STORIA DELLA FILOSOFIA GIAN FRANCO FRIGO LE0599
LE19108331 STORIA DELLA FILOSOFIA GIAN FRANCO FRIGO LE0605

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline filosofiche, pedagogiche, psicologiche e storico-religiose M-FIL/06 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 07/03/2011
Fine attività didattiche 18/06/2011
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2016

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza di base della storia della filosofia.
Risultati di apprendimento previsti:
Contenuti: Il corso intende far riflettere sul paradigma centrale della nostra riflessione filosofica e scientifica: quello di Natura, intesa come Physis, Kosmos, Natura e Mondo. Infatti è grazie alla definizione di che cos'è Natura che l'individuo umano determina di volta in volta non solo lo statuto della realtà bensì anche la propria autocomprensione. Non a caso anche l'opposizione tra mondo antico e mondo moderno si fonda in ultima analisi sulla determinazione dell'origine e del ruolo della Natura: nei singoli momenti infatti, è il riferimento a quel concetto che mobilita l'impresa scientifica nella molteplicità delle sue branche, sorregge l'operare etico e l'impegno politico, ma anche, venendo alla contemporaneità, evidenzia quanto destablizzzante sia la contrapposizone tra Natura e Cultura (il "disagio della civiltà"), per cui l'individuo si scopre senza alcuna protezione, nuda esistenza gettata nel mondo, incapace di cogliere il nesso tra essere ed esistente.
Programma: 1. Natura come realtà organica e normativa di cui l'uomo è 'centro' e da cui riceve la propria 'misura'.

2. Natura come realtà meccanicistica senza fini e senza fine in cui l'uomo non riconosce più alcuna 'norma', la quale deve invece essere ricercata nella propria razionalità e volonta.

3. Fine del progetto prometeico di un'assoluta autonomia del soggetto razionale grazie al dominio 'scientifico' sulla Natura e ricerca di un nuovo inizio.
Testi di riferimento: Platone, Timeo. Milano: BUR, 2006. o altra edizione Cerca nel catalogo
Descartes René, I principi della filosofia. Parte I. Parte II. Parte III, in: Opere filosofiche, vol. 3. Roma-Bari: Laterza, 2005. o altra edizione Cerca nel catalogo
Merleau-Ponty, Maurice, La Natura. Lezioni al Collège de France 1956-1960. Milano: Cortina, 1996. pp. 183-406 Cerca nel catalogo
Metodi didattici: Per una più fattiva partecipazione da parte degli studenti è prevista la possibilità di approfondire il tema del corso con la lettura di altri saggi che verranno indicati a lezione, riferendone in maniera scritta o orale.
Metodi di valutazione:
Altro: Bibliografia integrativa per i non-frequentanti: a scelta uno dei seguenti saggi:
Max Horkheimer-Theodor W. Adorno, Dialettica dell'Illuminismo, Torino, Einaudi, 2010, pp. 1-129
Martin Heidegger, Sul'essenza e sul concetto di physis. Aristotele, Fisica, B 1, in: Segnavia, Milano, Adelphi, 19987, pp. 193-255