Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
MEDICINA E CHIRURGIA
MEDICINA E CHIRURGIA
Insegnamento
STATISTICA E METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA
MEN1038322, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 6 anni in
MEDICINA E CHIRURGIA
ME1728, ordinamento 2009/10, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese EPIDEMIOLOGICAL STATISTICS AND METHODOLOGY
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANNA CHIARA FRIGO MED/01
Altri docenti EGLE PERISSINOTTO

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
MEN1038322 STATISTICA E METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA ANNA CHIARA FRIGO ME1729

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Inglese scientifico e abilità linguistiche, informatiche e relazionali, pedagogia medica, tecnologie avanzate e a distanza di informazione e comunicazione MED/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo, secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 60 90.0

Calendario
Inizio attività didattiche 03/10/2011
Fine attività didattiche 16/06/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 COMMISSIONE D'ESAME DI STTISTICA E METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA 01/10/2010 31/12/2020 FRIGO ANNA CHIARA (Presidente)
PERISSINOTTO EGLE (Membro Effettivo)
1 COMMISSIONE D'ESAME DI STTISTICA E METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA 01/10/2016 31/12/2020 FRIGO ANNA CHIARA (Presidente)
PERISSINOTTO EGLE (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: ANNO I
Adeguata conoscenza del calcolo algebrico e, in particolare, una buona familiarità con i seguenti argomenti: notazione in potenze di dieci, esponenziali e logaritmi, equazioni di primo e secondo grado e loro rappresentazione geometrica, disequazioni.

ANNO III
L’accesso alla seconda parte del corso integrato è condizionata al superamento della prima parte, svolta al primo anno. Si richiede comunque una adeguata conoscenza degli argomenti trattati al primo anno e, in particolare: momenti fondamentali di un processo di produzione e descrizione dei dati statistici mediante tabelle e grafici; calcolo di misure di tendenza centrale e di posizione, di indici di variabilità e forma delle distribuzioni statistiche; indicatori e modelli di indagine epidemiologica; concetti fondamentali del calcolo delle probabilità e principali modelli di variabile casuale (binomiale, Poisson e Normale).
Risultati di apprendimento previsti: ANNO I
Mettere in grado il futuro laureato di:
­- tradurre un problema medico in un modello logico-statistico, classificando per tipo e ruolo le variabili cliniche;
­- individuare modelli di indagine epidemiologica idonei a stimare specifiche misure di diffusione di malattia e a valutare l’entità di potenziali fattori di rischio.
­- riconoscere i concetti fondamentali del calcolo delle probabilità, per poter valutare potenzialità e limiti della teoria delle probabilità nella metodologia diagnostica e di screening epidemiologico.


ANNO III
Mettere in grado il futuro laureato di:
­- conoscere potenzialità e limiti del campionamento in medicina;
­- capire le basi dell'inferenza statistica;
­- affrontare ricerche cliniche mediante tecniche statistiche da utilizzare per il confronto di due gruppi;
­- studiare l’associazione di caratteristiche sia qualitative che quantitative.
Contenuti: ANNO I
Professione medica e statistica.
Il processo di produzione dei dati statistici: unità statistica, popolazione, caratteri statistici. Tipi di variabili. Descrizione dei dati: distribuzioni di frequenza, tabelle e grafici.
Misure di diffusione di malattia. Rapporti, proporzioni e tassi. Prevalenza e incidenza. Tassi grezzi, tassi specifici, tassi standardizzati.
Misure di posizione, tendenza centrale e variabilità: moda, media aritmetica, ediana, quartili e percentili; campo di variazione, differenza interquartile, deviazione standard, coefficiente di variazione.
I principali modelli di indagine epidemiologica. Studi trasversali. Studi longitudinali o di coorte. Studi caso-controllo retrospettivi. Rischio relativo e odds ratio.
Probabilità e test diagnostici/di screening. Principi di calcolo delle probabilità. Applicazione delle probabilità ai test diagnostici: sensibilità e specificità. Il teorema di Bayes. Prevalenza, probabilità a priori, valore predittivo positivo e negativo.
Variabili casuali. Definizione di variabile casuale discreta e continua. Le variabili casuali più comuni: Binomiale, Poisson, Normale.

ANNO III
Distribuzioni di probabilità ed elementi di statica inferenziale. Le più comuni variabili casuali: Binomiale, Poisson, Normale. Teorema centrale della Statistica. Popolazione e campione. La distribuzione delle medie campionarie.
Stima. Stima puntuale e intervallare. Stima della media di una popolazione mediante intervallo di fiducia e calcolo della dimensione del campioneper la stima di una media. Stima della proporzione di una popolazione mediante intervallo di fiducia e calcolo della dimensione del campione per la stima di una proporzione.
La logica del test di ipotesi: ipotesi nulla e ipotesi alternativa, livello di significatività e potenza di un test.
L'inferenza con un singolo campione per dati quantitativi e qualitativi. La dimensione del campione.
Verifica di ipotesi su due gruppi per variabili quantitative: test t di Student per campioni dipendenti, per campioni indipendenti, calcolo della dimensione del campione. Test di Wilcoxon per campioni dipendenti e per campioni indipendenti.
Associazione tra variabili categoriali: test chi quadrato per campioni indipendenti e calcolo della dimensione del campione nel caso di due proporzioni. Test di McNemar per osservazioni appaiate. Intervallo di fiducia per l'Odds Ratio e per il Rischio Relativo.
Relazione tra variabili quantitative: il modello di regressione lineare semplice, i coefficienti di regressione e di correlazione di Person e
per ranghi di Spearman, il coefficiente di determinazione. Verifica di ipotesi sui coefficienti di regressione e correlazione.
Programma: ANNO I
1. Professione medica e statistica
- Perché raccogliere informazioni.
- Fasi di un processo di ricerca.
- Livelli di approfondimento conoscitivi.
2. Il processo di produzione dei dati statistici
- Unità statistica, popolazione, caratteri statistici.
- Tipi di variabili.
3. La descrizione di fenomeni biologici
- Distribuzioni di frequenza.
- Tabelle e grafici.

4. Misure di tendenza centrale, di dispersione e di forma
- Moda. Mediana e quantili. Media aritmetica e sue proprietà.
- Campo di variazione, differenza interquartile, varianza e deviazione standard. Coefficiente di variazione.
5. Misure di diffusione di malattia
- Rapporti e tassi. Rapporto di prevalenza e tasso di incidenza: loro relazione.
- Standardizzazione: metodo diretto e metodo indiretto.
6. Modelli di indagine epidemiologica
- Tipi di indagini osservazionali: studi trasversali (di prevalenza), studi longitudinali o di coorte, studi caso-controllo.
- Misure di rischio: rischio relativo e odds-ratio.
- Cenni sugli studi sperimentali.
7. La probabilità in medicina
- Definizione di probabilità.
- Le operazioni sulle probabilità: princìpi delle probabilità totali e delle probabilità composte.
- Il concetto di indipendenza.
8. Test di screening e diagnostici
- Sensibilità e specificità.
- Potere predittivo positivo e negativo.
- La formula di Bayes.
9. Modelli probabilistici in medicina
- Le variabili casuali.
- Le principali distribuzioni di probabilità per l’interpretazione dei fenomeni biologici: binomiale elementare e generalizzata, Poisson, normale.
- La normale standardizzata e il significato della standardizzazione di una variabile.

ANNO III
1. Elementi di statistica inferenziale
- Popolazione e campione: il significato dell’inferenza statistica.
- La distribuzione delle medie campionarie: il teorema centrale della statistica. L’errore standard.
- Stima della media di una popolazione mediante intervallo di confidenza
- Calcolo della dimensione del campione per la stima di una media.

2. La logica del test di ipotesi
- Ipotesi nulla e ipotesi alternativa.
- Livello di significatività e potenza di un test.
- L’inferenza con un singolo campione per dati quantitativi e qualitativi: l’interpretazione dei risultati.
- La dimensione del campione.

3. Confronto di due gruppi
- Test t di Student per campioni dipendenti.
- Test t di Student per campioni indipendenti.
- La dimensione del campione.
- Test di Wilcoxon.

4. Associazione di variabili categoriche
- Test chi-quadrato per campioni indipendenti.
- Test di McNemar per osservazioni appaiate.
- Intervallo di confidenza per l’odds ratio , per il rischio relativo e per la differenza di due proporzioni.

5. Relazione tra variabili quantitative
- Il modello di regressione lineare semplice.
- I coefficienti di regressione e correlazione.
- Il coefficiente di correlazione per ranghi di Spearman.
- Verifica di ipotesi sui coefficienti di regressione.
Testi di riferimento: M. Pagano, K. Gauvreau, Biostatistica. Napoli: Idelson-Gnocchi, 2003. Cerca nel catalogo
Note ai testi di riferimento: Testi per consultazione
M. Bland “Statistica Medica”. Milano: APOGEO, 2009. P. Armitage e G. Berry “Statistica Medica - Metodi statistici per la ricerca in Medicina”. Milano: McGraw-Hill Libri Itali
Metodi didattici: ANNO I
Le 36 ore disponibili per questa prima parte del Corso Integrato sono suddivise in 26 ore di lezione frontale (parte teorica) e 10 di laboratorio (parte teorico-pratica). I laboratori didattici sono svolti su cinque gruppi per ciascun corso, in forma attiva attraverso lavori di piccolo gruppo e verifica collettiva sugli elaborati prodotti.

ANNO III
Le 46 ore disponibili per questa seconda parte del Corso Integrato sono suddivise in 36 ore di lezione frontale (parte teorica) e 10 di laboratorio (parte teorico-pratica). I laboratori didattici sono svolti su cinque gruppi per ciascun corso, in forma attiva attraverso lavori di piccolo gruppo e verifica collettiva sugli elaborati prodotti.
Metodi di valutazione: ANNO I e ANNO III

Verifiche in itinere
Le verifiche di apprendimento in itinere per entrambi i corsi consisteranno in interventi differenti:
- durante le lezioni teoriche, somministrazione agli studenti di test ed esercizi con correzione generale;
- durante le lezioni teorico-pratiche, somministrazione agli studenti di test ed esercizi con correzione per gruppi di lavoro e generale (con valutazione);
- al termine delle lezioni teoriche e teorico-pratiche di ciascuna parte del corso integrato, prima degli appelli d’esame, agli studenti viene proposta una simulazione d’esame per l’autoverifica del grado di apprendimento.

Verifiche finali
Le verifiche di apprendimento finali (esame) consisteranno in una prova in itinere al termine della prima parte del corso (I anno) e nella prova finale d’esame al termine della seconda parte del corso (III anno).
L’accesso alla seconda prova è condizionato al superamento con esito positivo (18/30esimi) della prova in itinere. Entrambe le prove sono valutate con voto (in trentesimi), e il voto finale (in trentesimi) è dato dalla media dei singoli voti ponderata coi crediti.
Per entrambe le parti, la prova d’esame è scritta e composta da una parte teorica (quesiti a risposta multipla e domanda a risposta aperta, quest’ultima solo per SME1) e da una parte pratica (esercizio).
Durante la prova d’esame è consentita agli studenti la consultazione del materiale didattico.
Altro: Docenti del corso integrato

dott. Frigo Anna Chiara Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari - Sede di Igiene
via Loredan, 18
35131 Padova
tel. 049/8275412
e-mail: annachiara.frigo@unipd.it

dott. Perissinotto Egle
Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari - Sede di Igiene
via Loredan, 18
35131 Padova
tel. 049/8275405
e-mail: egle.perissinotto@unipd.it