Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
SCIENZE FILOSOFICHE
Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA MODERNA
LE02108379, A.A. 2011/12

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE FILOSOFICHE
LE0614, ordinamento 2008/09, A.A. 2011/12
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF MODERN PHILOSOPHY
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ILARIO TOLOMIO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Storia della filosofia M-FIL/06 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso A scelta dello studente

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2011
Fine attività didattiche 28/01/2012
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Chi proviene dalla laurea triennale in filosofia non dovrebbe avere alcuna difficoltà per affrontare un corso di Storia della filosofia moderna dedicato all'area italiana e particolarmente alla elaborazione della identità filosofica del nostro paese operata dagli storici della filosofia italiani lungo i secoli moderni (XVI-XIX).
Risultati di apprendimento previsti: Rivisitare i secoli moderni con spirito critico, attraverso essenziali lineamenti di storiografia ed ermeneutica filosofica e soprattutto attraverso testi di documentazione delle principali tesi storiografiche ed ermeneutiche emerse durante le lezioni.
Contenuti: Analisi della identità filosofica italiana nei secoli moderni. Adeguate letture di testi.
Programma: L’identità della filosofia italiana nei secoli moderni trova il suo fondamento nella apologetica religiosa e nella idea di esperienza. Sarà tuttavia l’idea di esperienza ad avere il primato nello sviluppo filosofico-culturale del nostro paese, come sarà messo in luce dagli storici italiani della filosofia soprattutto nel secolo XIX, quando si vorrà dare alla causa patriottica e nazionale un elemento culturale specifico capace di distinguerci dagli altri paesi europei. Questo atteggiamento farà ritardare in Italia l’ingresso del kantismo e dell’hegelismo.
Letture esemplificative di testi (Leonardo da Vinci, Galileo Galilei, Gaetano Sartor, Clemente Sancasciani, Giuseppe Pezza Rossa), eseguite in maniera partecipata, faranno emergere spirito critico e capacità espositiva.
Testi di riferimento: Ilario Tolomio, I fasti della ragione. Itinerari della storiografia filosofica nell'Illuminismo italiano. Padova: Editrice Antenore, 1990. pp. 7-77 Cerca nel catalogo
Ilario Tolomio, Italorum sapientia. L'idea di esperienza nella storiografia filosofica italiana dell'età moderna. Soveria Mannelli: Rubbettino, 1999. le parti di questo volume, indicate durante le lezioni, sono: cap. II (per intero); cap. III (premessa e paragrafi 1 [Marsili], 2 [Valletta], 5 [Buon Cerca nel catalogo
Luciano Malusa, L'idea di tradizione nazionale nella storiografia filosofica italiana dell'Ottocento. Genova: Tilgher, 1989. lettura complementare Cerca nel catalogo
Metodi didattici: -Lezioni frontali atte a sollecitare la partecipazione degli studenti.
-Esposizione di testi prescelti.
-Ricerche guidate.
-L'uso della Biblioteca nella ricerca storico-filosofica.
Metodi di valutazione: La principale verifica dell'apprendimento si svolgerà oralmente in sede d'esame; tuttavia non si esludono, durante il periodo delle lezioni, elaborati scritti ed esposizioni orali su temi concordati.
Altro: Il contenuto didattico qui presentato sarà meglio articolato e definito durante lo svolgimento delle lezioni. Pertanto, stante la non obbligatorietà della frequenza, lo studente che intende sostenere questo esame deve informarsi direttamente e personalmente sulla metodologia delle lezioni stesse e sul modo di studiare i testi di riferimento.