Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
LETTERE
Insegnamento
LETTERATURA TEDESCA
LE06120723, A.A. 2012/13

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2011/12

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
LETTERE (Ord. 2008)
LE0598, ordinamento 2008/09, A.A. 2012/13
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum LETTERE MODERNE [002PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GERMAN LITERATURE
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MILENA MASSALONGO

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE05120723 LETTERATURA TEDESCA MILENA MASSALONGO LE0599
LE14104545 LETTERATURA TEDESCA 1 MILENA MASSALONGO IF0312
LE14104545 LETTERATURA TEDESCA 1 MILENA MASSALONGO LE0603

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Letterature moderne L-LIN/13 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2012
Fine attività didattiche 26/01/2013
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 1920 01/10/2019 30/11/2020 MALAGOLI ROBERTA (Presidente)
RISPOLI MARCO (Membro Effettivo)
MASIERO FEDERICA (Supplente)
9 1819 01/10/2018 30/11/2019 MALAGOLI ROBERTA (Presidente)
RISPOLI MARCO (Membro Effettivo)
MASIERO FEDERICA (Supplente)
8 1213 01/10/2012 30/11/2013 MASSALONGO MILENA (Presidente)
RISPOLI MARCO (Membro Effettivo)
MALAGOLI ROBERTA (Supplente)
5 1415 01/10/2014 30/11/2015 RISPOLI MARCO (Presidente)
FERRON ISABELLA (Membro Effettivo)
MALAGOLI ROBERTA (Supplente)
MASIERO FEDERICA (Supplente)
4 1516 01/10/2015 30/11/2016 RISPOLI MARCO (Presidente)
FERRON ISABELLA (Membro Effettivo)
MALAGOLI ROBERTA (Supplente)
MASIERO FEDERICA (Supplente)
3 1617 01/10/2016 30/11/2017 FERRON ISABELLA (Presidente)
RISPOLI MARCO (Membro Effettivo)
MALAGOLI ROBERTA (Supplente)
MASIERO FEDERICA (Supplente)
2 1718 01/10/2017 30/11/2018 FERRON ISABELLA (Presidente)
RISPOLI MARCO (Membro Effettivo)
MALAGOLI ROBERTA (Supplente)
MASIERO FEDERICA (Supplente)
1 1112 01/10/2011 30/11/2012 PELLONI GABRIELLA (Presidente)
RISPOLI MARCO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: Conoscenza approfondita degli autori trattati
Competenze di analisi del testo
Conoscenza della storia della letteratura del periodo in questione
Contenuti: Linguaggio fascista e letteratura.

Nella prima lezione tenuta al Collège de France nel 1977 il filosofo e semiologo francese Roland Barthes pone una tesi che non è solo una provocazione: che il fascismo non è riducibile a un potere che vieta, anzi, «fascismo non è impedire di dire, ma obbligare a dire».
Pochi anni prima Pier Paolo Pasolini rilevava tra gli aspetti più inquietanti della falsa tolleranza e del consumismo dagli anni sessanta in poi la “fossilizzazione del linguaggio verbale” insieme al problema dell’omologazione dei comportamenti, del linguaggio del corpo, dei sogni, delle ambizioni.
Il fascismo, insomma, non sarebbe solo Auschwitz. Ci sarebbero ferocie meno appariscenti che lo hanno reso possibile e che non sono cessate dopo il 1945. Anzi, si sono ulteriormente evolute nei modi e nelle forme. In questa prospettiva la celebre e controversa affermazione del filosofo tedesco Th. W. Adorno, “scrivere una poesia dopo Auschwitz è un atto di barbarie”, può assumere il valore meno di un veto e più di un’esigenza: quella di provocare la letteratura a indagare i fascismi inapparenti presenti nel linguaggio comune come in quello letterario. Il corso si propone di esplorare alcuni testi della letteratura e della saggistica tedesca del novecento, che a partire dagli anni trenta fino ad oggi sembrano mettere a fuoco in diverso modo proprio questa esigenza.
Programma: Bibliografia

a) Testi principali di riferimento:

- B. Brecht, scelta di poesie: Aus dem Lesebuch für Stadtbewohnern, Buckower Elegien, Svendborger Gedichte, Hitler-Choräle.
- B. Brecht, Geschichten vom Herrn Keuner – Züricher Fassung. Suhrkamp Verlag, Frankfurt am Main 2004 (trad. it. Storie del signor Keuner, Torino, Einaudi, 2008).
- B. Brecht, Furcht und Elend des Dritten Reichs, in: Gesammelte Werke 3, Suhrkamp, Frankfurt am Main 1967 (trad. it. Terrore e Miseria del terzo Reich, Einaudi, Torino 1963).
- B. Brecht, Der Aufhaltsame Aufstieg von Arturo Ui, in: Gesammelte Werke 4, Suhrkamp, Frankfurt am Main 1967 ( trad. it.: La resistibile Ascesa di Arturo Ui, Einaudi, Torino 1963).
- Scelta di poesie di Paul Celan, Ingeborg Bachmann, Hans Magnus Enzensberger, Rolf Dieter Brinkmann.
- Peter Weiss, Die Ermittlung, Oratorium in 11 Gesängen, Suhrkamp, Frankfurt am Main 1965 (trad. it.: L’istruttoria. Oratorio in undici canti, Einaudi, Torino 1967).
- Peter Weiss, Inferni. Auschwitz, Dante, Laocoonte, Cronopio, Napoli 2007.
- Rudolf Huchhoth, Der Stellvertreter, Rororo, 1967.
- Max Frisch, Biedermeier und die Brandstifter, Suhrkamp, Frankfurt am Main 2010 (trad. it. Omobono e gli incendiari, Feltrinelli, Milano 1962).
- Rainer Maria Fassbinder, Antiteatro. Vol. 2: Per un pezzo di pane-Come gocce su pietre roventi-Katzelmacher-Il soldato americano-Libertà a Brema, Ubulibri, Milano 2002.
- Bernard Schlink, Der Vorleser, Diogenes, 1995 (trad. it.: A voce alta. The Reader, Garzanti, Milano 2009).

b) Testi di approfondimento su temi specifici:

- Th. Wiesengrund Adorno, Kulturkritik und Gesellschaft, In: Gesammelte Schriften, Band 10.1, „Prismen. Ohne Leitbild“, Suhrkamp, Frankfurt am Main 1977.
- Günther Anders, Besuch im Hades. 1. Auschwitz und Breslau 1966. 2. Nach „Holocaust“ 1979. C. H. Beck, München 1979 (trad. it. Discesa all'Ade. Auschwitz e Breslavia,1966, Bollati Boringhieri, Torino, 2008).
- Viktor Klemperer, LTI – Notizbuch eines Philologen, Reclam, Berlin 1947 (trad. it. LTI: la lingua del Terzo Reich, taccuino di un filologo, Editrice La Giuntina, Firenze 1999).
- Hannah Arendt, Eichmann in Jerusalem. Ein Bericht über die Banalität des Bösen, Piper 2006 (trad. it. La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme, Feltrinelli, Milano 2003).
- Ingeborg Bachmann, Wir müssen wahre Sätze finden. Gespräche und Interviews, Piper, Wien 1991 (trad. it. In cerca di frasi vere, traduzione di Cinzia Romani - Bari, Laterza, 1989).
- Ingeborg Bachmann, Kritische Schriften, München: Piper 2005 - Il dicibile e l’indicibile saggi radiofonici, Milano, Adelphi, 1998.

c) Testi di riferimento per lo studio della letteratura tedesca dei periodi in questione:
- Viktor Zmegac, Geschichte der deutschen Literatur . Vom 18. Jh. bis zur Gegenwart, Band III/2, Beltz, Athenäum, Weinheim 1994.
- Anton Reininger, La letteratura tedesca dal Settecento ai nostri giorni, Rosenberg e Sellier, Torino 1986 (o nell’edizione più recente del 2005).
Si richiede di approfondire il periodo dal secondo dopoguerra fino ai giorni nostri, soffermandosi in particolare sui decenni e sugli autori oggetto del corso (dal 1945 agli anni ’70 inclusi).
Testi di riferimento:
Metodi didattici: Lezioni frontali (con forte incoraggiamento alla partecipazione attiva).
Metodi di valutazione: Esame orale.

Per chi volesse approfondire qualche argomento con una tesina e integrare così anche il voto finale, sono disponibile a concordare insieme un tema e a dare indicazioni ‘in corso d’opera’ durante il mio orario di ricevimento (il mercoledì presso il Dipartimento di Germanistica, Palazzo Borgherini, via Beato Pellegrino 26, dalle 10.00 alle 11.00. Mandatemi preferibilmente un messaggio per prendere un appuntamento). Indicazioni di vario genere per la stesura delle tesine sono reperibili alla pagina Facebook del gruppo nella categoria ‘files’.
Altro: Dal momento che da molte delle opere oggetto del corso sono state ricavate versioni cinematografiche e dato il caso particolare di R. Fassbinder, autore e regista, alcune lezioni saranno dedicate alla visione e alla discussione dei film in relazione alle questioni e ai testi affrontati nel corso. La docente metterà a disposizione anche dei non-frequentanti DVD non facilmente reperibili.

Saranno messe a disposizione dispense in copisteria, e quando possibile testi in formato pdf direttamente sulla pagina Facebook del gruppo http://www.facebook.com/jenny.deipirati.7 [chiedere l’amicizia secondo la procedura FB e si verrà inseriti nel gruppo di Letteratura Tedesca II, dove è possibile avere accesso a avvisi e materiali].

N.B.: Il programma conserva valore orientativo, il che significa che può subire durante il semestre leggere variazioni in base all’evolversi del corso. Nel caso, ne sarà data comunicazione su Facebook e nella mia pagina personale sul sito dell’università.

Una distinzione tra studenti da 6 CFU e da 9 CFU è prevista e verrà indicata quanto prima.

- Per i non-frequentanti:
Oltre alla lettura dei testi di riferimento qui indicati, e all'utilizzo delle dispense depositate a mano a mano in copisteria e dei documenti caricati periodicamente sulla pagina Facebook del gruppo, si raccomanda di consultarsi con la docente per integrare o personalizzare la preparazione.