Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
GIURISPRUDENZA
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO PROCESSUALE PENALE
GIO2045776, A.A. 2016/17

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2008)
GI0270, ordinamento 2008/09, A.A. 2016/17
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI TREVISO [999TV]
Crediti formativi 15.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CRIMINAL PROCEDURE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede TREVISO
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile PIERPAOLO PAULESU IUS/16

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/16 1.0
CARATTERIZZANTE Processualpenalistico IUS/16 14.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso V Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 15.0 120 255.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/09/2016
Fine attività didattiche 14/01/2017
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
17 A.A. 2019/20 sede di Treviso 01/10/2019 30/09/2020 PAULESU PIERPAOLO (Presidente)
ANDRETTA CRIZIA (Membro Effettivo)
14 A.A. 2018/19 sede di Treviso 11/10/2018 30/09/2019 PAULESU PIERPAOLO (Presidente)
ANDRETTA CRIZIA (Membro Effettivo)
12 A.A. 2017/18 sede di Treviso 02/10/2017 30/09/2018 PAULESU PIERPAOLO (Presidente)
ANDRETTA CRIZIA (Membro Effettivo)
9 A.A. 2016/17 sede di Treviso 03/10/2016 30/09/2017 PAULESU PIERPAOLO (Presidente)
ANDRETTA CRIZIA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: E' propedeutico l'esame di Diritto penale 1
Conoscenze necessarie.
Costituzione della Repubblica Italiana. Le fonti del diritto.
Principi generali in materia di diritto penale. Legalità, tassatività, divieto di analogia, successione di leggi penali ( art. 2 c.p), principio di specialità (art 15 c.p)
Struttura del reato. Elemento soggettivo, condotta, evento, nesso di causalità.
Circostanze aggravanti e attenuanti.
Concorso di reati. Reato continuato.
Imputabilità.
Recidiva, abitualità e professionalità nel reato e tendenza a delinquere.
Concorso di persone nel reato.
Cooperazione nel delitto colposo.
Cause di giustificazione.
Persona offesa dal reato. Querela.
Pene principali e pene accessorie.
Modificazione, applicazione ed esecuzione della pena (in particolare: gravità del reato: valutazione agli effetti della pena, art. 133 c.p.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Struttura e funzione del processo penale, alla luce dei principi costituzionali e internazionali. Capacità di cogliere la ratio degli istituti processuali, i collegamenti tra gli stessi, i principali nodi problematici che vi sono sottesi.
Modalita' di esame: Prova orale.

Struttura della prova orale: tre domande.

La prova orale verte sull'intero programma d'esame (v. Contenuti).
Criteri di valutazione: Completezza, chiarezza espositiva, ordine logico, ragionamento, capacità critica. Ratio degli istituti processuali e collegamenti logico-funzionali tra gli stessi. Aspetti problematici.
Contenuti: Offrire una conoscenza approfondita degli istituti del processo penale e delle modalità di svolgimento dello stesso, e sviluppare negli studenti (anche attraverso l’analisi della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo,della Corte di Giustizia UE, della Corte costituzionale e della Corte di cassazione) capacità critica e corretto approccio metodologico nella comprensione e nello studio della materia.

Modelli processuali. Principi costituzionali e internazionali in materia di processo penale. Statica processuale: soggetti; atti; prove; misure cautelari. Dinamica processuale: svolgimento del processo nelle sue varie articolazioni, dalla notizia di reato al giudicato. Effetti del giudicato penale (Codice di procedura penale: Libro X titolo I).I principi generali in materia di impugnazione. L’appello. Il ricorso per Cassazione. La revisione. Il ricorso straordinario per errore materiale o di fatto.Il procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica. Il procedimento penale davanti al giudice di pace. Il procedimento nei confronti di imputati minorenni.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali. Eventuali seminari ed esercitazioni, con la partecipazione di docenti universitari, magistrati, avvocati.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Codici consigliati: Codice di procedura penale sistematico, Giappichelli, Torino, 2016.
Eventuali aggiornamenti ed integrazioni del programma saranno comunicati dal docente nel corso delle lezioni e pubblicati online.

Integrazione programma:
DECRETO LEGISLATIVO 16 marzo 2015, n. 28. Disposizioni in materia di non punibilita’ per particolare tenuita’ del fatto.

LEGGE 16 aprile 2015, n. 47. Modifiche al codice di procedura penale in materia di misure cautelari personali.
Testi di riferimento:
  • G.Conso-V.Grevi-M.Bargis, Compendio di procedura penale. Padova: Cedam, 2016. Cerca nel catalogo