Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
FILOLOGIA MODERNA
Insegnamento
DIALETTOLOGIA ITALIANA (AVANZATO)
LEO2043718, A.A. 2012/13

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
FILOLOGIA MODERNA
LE0611, ordinamento 2011/12, A.A. 2012/13
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum FILOLOGIA E CRITICA [001PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ITALIAN DIALECTOLOGY (ADVANCED)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIANNA MARCATO

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEN1032854 DIALETTOLOGIA ITALIANA (AVANZATO) GIANNA MARCATO LE0610

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative L-FIL-LET/12 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso A scelta dello studente
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 04/03/2013
Fine attività didattiche 15/06/2013
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 1213 01/10/2012 30/11/2013 MARCATO GIANNA (Presidente)
VANELLI LAURA (Membro Effettivo)
BERTOCCI DAVIDE (Supplente)
1 1112 01/10/2011 30/11/2012 MARCATO GIANNA (Presidente)
VANELLI LAURA (Membro Effettivo)
BERTOCCI DAVIDE (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: Le lezioni intendono far percorrere l'itinerario che lega la teoria alla corretta individuazione del dato nel corso della ricerca empirica.
Contenuti: Dopo una premessa di ordine teorico si lavorerà su testi concreti, al fine di sviluppare la capacità di progettare correttamente una ricerca empirica, nelle sue varie fasi.
Programma: Il primo obiettivo sarà quello di approfondire il significato e gli aspetti della variazione all'interno del dialetto, passando poi alla considerazione delle modalità secondo cui approcci dialettologici diversi hanno colto ed isolato le diverse varianti. Sarà quindi fondamentale la conoscenza critica e la sperimentazione diretta dei principali strumenti dell'analisi dialettologica.
Testi di riferimento: Chambers J.K. e P. Trudgill, La dialettologia. Bologna: Il Mulino, 1987. Limitatamente alle pagine presentate e discusse a lezione, relative alla variazione Cerca nel catalogo
Marcato Gianna, Guida allo studio dei dialetti. Padova: Cleup, 2011. Per coloro che non lo avessero già avuto precedentemente in programma, come testo di base. Per tutti le pag. riguardanti la metodologia della ricerca. Cerca nel catalogo
Moretti Bruno, Ai margini del dialetto. Locarno: Dadò, 1999. (scaricabile da internet ) Base per la riflessione sullo "spazio del dialetto" in momenti di forte variabilità e ristrutturazione. Cerca nel catalogo
A.A. V.V., Dizionari e Atlanti reperibili nella sezione di Dialettologia della Biblioteca di Maldura. --: --, --. Strumenti di consultazione guidata , ai fini di sviluppare la capacità di uso personale dei dati contenuti nei repertori di base della dialettologia.
Marcato Gianna, Ursini Flavia, Per una metodologia della ricerca sulla lingua orale. Padova: Cleuo, 1983. Il testo servirà da guida metodologica e da esemplificazione relativa alle modalità di raccolta e di trattamento dei dati. Cerca nel catalogo
Metodi didattici: Si invitano gli\le studenti a seguire le lezioni accettando di interagire con domande, osservazioni, commenti, proposte, tenendo conto del fatto che, per il modo in cui è strutturato il corso, nell'interesse del gruppo è richiesta una costanza di partecipazione attiva. Si partirà sollecitando i partecipanti ad esplecitare i modelli teorici relativi alla lingua acquisiti nel corso del loro itinerario didattico, ed invitandoli a calarsi nell'osservabile linguistico che li circonda. Il risultato finale, individuale e di gruppo, dovrà essere la progettazione di una ricerca che, collegandosi ai modelli teorici proposti a lezione, parta da aspetti dell'osservabile che interessino e coinvolgano gli studenti.
Metodi di valutazione: La verifica dell'apprendimento coinvolgerà tutto l'arco delle lezioni, per concretizzarsi nella discussione della tesina scritta da presentare una decina di giorni prima della registrazione dell'esame. Il contenuto del lavoro dovrà dimostrare la capacità di progettare una ricerca empirica partendo da un modello teorico, scegliendo un campo d'indagine, strutturando un questionario atto a produrre dati in grado di verificare l'ipotesi teorica di partenza.
Altro: Si raccomanda di tener conto del fatto che, per quanto precisato, è indispensabile avere la possibilità di partecipare alle lezioni con continuità e voglia di collaborare col gruppo che si verrà formando.