Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
LETTERE E FILOSOFIA
SCIENZE ARCHEOLOGICHE
Insegnamento
PROTOSTORIA EUROPEA
LE01122668, A.A. 2012/13

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2012/13

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE ARCHEOLOGICHE (Ord. 2012)
LE0616, ordinamento 2012/13, A.A. 2012/13
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese EUROPEAN PROTOHISTORY
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MICHELE CUPITO' L-ANT/01

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE01122668 PROTOSTORIA EUROPEA MICHELE CUPITO' LE0616

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Archeologia e antichità classiche e medievali L-ANT/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso A scelta dello studente
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 04/03/2013
Fine attività didattiche 15/06/2013
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
9 2019 01/12/2019 30/11/2020 CUPITO' MICHELE (Presidente)
ANGELINI ANNA (Membro Effettivo)
DALLA LONGA ELISA (Membro Effettivo)
MARTINELLI NICOLETTA (Membro Effettivo)
PULCINI MARIA LETIZIA (Membro Effettivo)
TASCA GIOVANNI (Membro Effettivo)
LEONARDI GIOVANNI (Supplente)
PALTINERI SILVIA (Supplente)
8 2013/19 01/12/2018 30/11/2019 CUPITO' MICHELE (Presidente)
ANGELINI ANNA (Membro Effettivo)
DALLA LONGA ELISA (Membro Effettivo)
MARTINELLI NICOLETTA (Membro Effettivo)
PULCINI MARIA LETIZIA (Membro Effettivo)
TASCA GIOVANNI (Membro Effettivo)
LEONARDI GIOVANNI (Supplente)
PALTINERI SILVIA (Supplente)
7 2013/18 01/12/2017 30/11/2018 CUPITO' MICHELE (Presidente)
ANGELINI ANNA (Membro Effettivo)
DALLA LONGA ELISA (Membro Effettivo)
MARTINELLI NICOLETTA (Membro Effettivo)
PULCINI MARIA LETIZIA (Membro Effettivo)
TASCA GIOVANNI (Membro Effettivo)
LEONARDI GIOVANNI (Supplente)
PALTINERI SILVIA (Supplente)
6 2013/17 01/10/2016 30/11/2017 CUPITO' MICHELE (Presidente)
ANGELINI ANNA (Membro Effettivo)
DALLA LONGA ELISA (Membro Effettivo)
MARTINELLI NICOLETTA (Membro Effettivo)
PULCINI MARIA LETIZIA (Membro Effettivo)
TASCA GIOVANNI (Membro Effettivo)
LEONARDI GIOVANNI (Supplente)
PALTINERI SILVIA (Supplente)
5 2013/16 01/10/2015 30/11/2016 CUPITO' MICHELE (Presidente)
ANGELINI ANNA (Membro Effettivo)
DALLA LONGA ELISA (Membro Effettivo)
MARTINELLI NICOLETTA (Membro Effettivo)
PULCINI MARIA LETIZIA (Membro Effettivo)
TASCA GIOVANNI (Membro Effettivo)
LEONARDI GIOVANNI (Supplente)
PALTINERI SILVIA (Supplente)
4 2015 01/10/2014 30/09/2015 CUPITO' MICHELE (Presidente)
VIDALE MASSIMO (Membro Effettivo)
LEONARDI GIOVANNI (Supplente)
PALTINERI SILVIA (Supplente)
3 commissione 01/10/2013 30/09/2014 CUPITO' MICHELE (Presidente)
VIDALE MASSIMO (Membro Effettivo)
LEONARDI GIOVANNI (Supplente)
PALTINERI SILVIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti:
Risultati di apprendimento previsti: Il corso intende offrire un inquadramento sintetico ma organico e, per quanto possibile, esaustivo dell’età del bronzo italiana - e di quella dell’Italia nord-orientale in modo particolare - nel quadro dell’età del bronzo europea e mediterranea. Si ritiene che alla fine del corso gli studenti potranno avere una conoscenza piuttosto approfondita degli aspetti crono-culturali e delle problematiche di carattere insediativo, socio-economico e ideologico relative alle fasi in esame e, con essa, una base di partenza solida e gli strumenti critici fondamentali per affrontare eventuali lavori di tesi.



Contenuti: L’insegnamento rappresenta la naturale prosecuzione di quello di Paletnologia e una permessa a quelli nei quali, nell’ambito del Corsi di Laurea in Scienze Archeologiche, vengono affrontate le problematiche relative all’età del ferro. Esso ha infatti come obiettivo quello di introdurre allo studio delle dinamiche che interessarono l’Italia - e soprattutto l’Italia settentrionale - nel periodo compreso tra il Bronzo antico e la fase di passaggio Bronzo finale/I Ferro, ovvero, tra la fine del III e l’inizio del I millennio a.C. Particolare attenzione sarà tuttavia rivolta ad esaminare lo sviluppo del mondo palafitticolo-terramaricolo, e, più nello specifico, la traiettoria storica che in un settore specifico di questo mondo - vale a dire la pianura veneta occidentale e meridionale -, portò, non diversamente da quanto si verificò contemporaneamente in diverse parti dell’Italia meridionale, al superamento delle forme di organizzazione sociale e territoriale di tipo tribale e all’affermazione di sistemi e di entità politiche contraddistinte da una maggiore gerarchizzazione interna - ad esempio la polity della Valli Grandi Veronesi e, successivamente, il sito protourbano di Frattesina - i quali contribuirono a fare del comparto geo-culturale in questione un vero crocevia tra l’Europa centrale, la Grecia micenea e il Mediterraneo orientale.

Per una piena comprensione dei contenuti dell'insegnamento si richiedono una adeguata conoscenza della geografia dell’Italia, dell’Europa e del bacino del Mediterraneo e, ovviamente, le nozioni acquisite nell’ambito del corso di Paletnologia seguito durante la Laurea Triennale in Archeologia.
Programma: Dopo un’introduzione sul concetto stesso di protostoria e su problematiche-chiave come il concetto di cultura e di facies archeologica e l’evoluzione delle teorie sull’evoluzione delle società pre-protostoriche dall’‘800 a oggi, delle singole fasi in qui si articola l’età del bronzo italiana saranno analizzati anzitutto i diversi aspetti della cultura materiale (ceramica, metalli, osso-corno, faïence e vetro, ambra, ecc.) in quanto indicatori imprescindibili dal punto di vista sia cronologico, sia culturale. Il nucleo fondamentale del corso sarà tuttavia rappresentato dall’approfondita analisi degli aspetti insediativi, di quelli paleoeconomici (produzione primaria, artigianato, scambi e commerci, ecc.), delle manifestazioni funerarie e di quelle di tipo cultuale, in quanto elementi fondamentali per la comprensione degli aspetti sia strutturali sia sovrastrutturali-ideologici delle facies analizzate. Una parte molto ampia sarà inoltre destinata allo studio dettagliato dell’evoluzione del popolamento, delle strategie insediative e delle trasformazioni socio-politiche che caratterizzarono l’ambito culturale di maggiore interesse - vale a dire, come detto, il mondo palafitticolo-terramaricolo -, e una sua cifra caratteristica sarà quella di calare lo studio dei suddetti aspetti nel più ampio quadro delle coeve facies italiane ed europee, mettendo in risalto le relazioni a medio, lungo e lungo e lunghissimo raggio che, come già esplicitato al punto precedente, caratterizzarono il territorio in questione nel corso del periodo esaminato.
Testi di riferimento: Renato Peroni, L'Italia alle soglie della storia. Roma-Bari: Laterza, 2004. Cerca nel catalogo
Note ai testi di riferimento: Per la preparazione si ritengono essenziali gli appunti delle lezioni, le presentazioni power point (v. “Metodi didattici”) e l'ulteriore bibliografia che sarà fornita durante le lezioni. Gli studenti impossibilitati a frequentare regolarmente il corso sono tenuti a concordare il programma d’esame con il docente.
Metodi didattici: Il corso prevede lezioni frontali con sistematico utilizzo di presentazioni power point, le quali, dati la loro struttura e i loro contenuti, rappresentano di fatto una dispensa; tali presentazioni saranno messe in rete, e quindi scaricabili da parte degli studenti, a fine corso. Per quanto possibile, tuttavia, nonostante l’impianto del corso sia basato su lezioni frontali, si cercherà di stimolare la discussione in aula, con la finalità sia di facilitare la piena comprensione degli argomenti e, dove possibile, di approfondirne la disamina, sia di testare in itinere il livello comprensione delle single problematiche.

Metodi di valutazione: L’esame, orale, tenderà a testare la preparazione dello studente su tutte le fasi analizzate durante il corso e prevede l’utilizzo delle presentazioni power point utilizzate durante il corso come punto di partenza per le domande o supporto dialettico per la discussione.
Altro: N.B. Il corso inizierà martedì 5 marzo 2013