Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
FILOLOGIA MODERNA
Insegnamento
FILOLOGIA ROMANZA (AVANZATO)
LEN1032915, A.A. 2013/14

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
FILOLOGIA MODERNA
LE0611, ordinamento 2011/12, A.A. 2013/14
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum FILOLOGIA E CRITICA [001PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ROMANCE PHILOLOGY (ADVANCED)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ALVARO BARBIERI L-FIL-LET/09

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEM0016311 FILOLOGIA ROMANZA (AVANZATO) ALVARO BARBIERI LE0609
LEN1032915 FILOLOGIA ROMANZA (AVANZATO) ALVARO BARBIERI LE0610

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline linguistiche, filologiche e metodologiche L-FIL-LET/09 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2013
Fine attività didattiche 25/01/2014
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
9 1920 01/10/2019 30/11/2020 BORRIERO GIOVANNI (Presidente)
SANGIOVANNI FABIO (Membro Effettivo)
BAMPA ALESSANDRO (Supplente)
8 1819 01/10/2018 30/11/2019 BORRIERO GIOVANNI (Presidente)
SANGIOVANNI FABIO (Membro Effettivo)
BAMPA ALESSANDRO (Supplente)
7 1213 01/10/2012 30/11/2013 LACHIN GIOSUE' (Presidente)
BORRIERO GIOVANNI (Membro Effettivo)
BARBIERI ALVARO (Supplente)
PERON GIANFELICE (Supplente)
5 1415 01/10/2014 30/11/2015 BARBIERI ALVARO (Presidente)
BORRIERO GIOVANNI (Membro Effettivo)
LACHIN GIOSUE' (Supplente)
PERON GIANFELICE (Supplente)
4 1516 01/10/2015 30/11/2016 BARBIERI ALVARO (Presidente)
BORRIERO GIOVANNI (Membro Effettivo)
LACHIN GIOSUE' (Supplente)
PERON GIANFELICE (Supplente)
3 1617 01/10/2016 30/11/2017 BARBIERI ALVARO (Presidente)
BORRIERO GIOVANNI (Membro Effettivo)
LACHIN GIOSUE' (Supplente)
PERON GIANFELICE (Supplente)
2 1314 01/10/2013 30/11/2014 BARBIERI ALVARO (Presidente)
BORRIERO GIOVANNI (Membro Effettivo)
LACHIN GIOSUE' (Supplente)
1 1718 01/10/2017 30/11/2018 BARBIERI ALVARO (Presidente)
BORRIERO GIOVANNI (Membro Effettivo)
LACHIN GIOSUE' (Supplente)
PERON GIANFELICE (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Non si richiede alcun prerequisito specifico. Va detto però che una buona conoscenza del francese costituisce un indubbio vantaggio nella preparazione dell’esame.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di far conoscere i lineamenti fondamentali della produzione romanzesca antico-francese di materia bretone e soprattutto di offrire una lettura integrale e un'ipotesi d’interpretazione di uno dei capolavori del Medioevo romanzo: “Le Chevalier au Lion” di Chrétien de Troyes.
Oltre a dotarsi dell’indispensabile corredo di strumenti per l’analisi filologica e l’esegesi dei testi romanzi, lo studente dovrà familiarizzarsi con le tecniche e i metodi comunemente impiegati negli studi di antropologia letteraria.
Modalita' di esame: Gli esami si svolgeranno per iscritto nella forma del questionario. Va da sé che non si adotterà la formula rozza e banalizzante delle domande a schema chiuso, ma si richiederà agli esaminandi di rispondere diffusamente e discorsivamente a pochi quesiti ben circostanziati.
Non sono previsti pre-appelli o post-appelli: gli esami si svolgeranno nel quadro delle sessioni ufficiali.
Criteri di valutazione: Le prestazioni dello studente in sede d’esame saranno giudicate secondo un criterio di valutazione che terrà conto dei seguenti aspetti: conoscenza dei contenuti tecnici e istituzionali della disciplina, attitudine critica e sensibilità analitica nell’interpretazione dei testi letterari del Medioevo romanzo, capacità di organizzazione e di elaborazione dei dati, doti di perspicuità espositiva e linearità di argomentazione, qualità di precisione e nitidezza nell'espressione scritta.
Contenuti: Titolo centrale del corpus romanzesco in lingua d’oïl e autentico capolavoro del Medioevo neolatino, “Le Chevalier au Lion” è forse l’opera di Chrétien de Troyes in cui si realizza la più armoniosa rispondenza di rapporti e di richiami tra il piano della verosimiglianza feudo-cavalleresca e quello della coerenza mitica. Testo molto ‘lavorato’ stilisticamente e costruito con sapiente gestione degli equilibri narrativi, questo romanzo appare nondimeno profondamente compromesso con sinopie leggendarie e scenari etnici di remota antichità. Obiettivo primario del corso sarà quello di isolare queste componenti arcaiche del testo, studiandone le modalità di ricodificazione culturale e di adattamento alle coordinate ideologiche del prodotto letterario inglobante. Tale indagine di taglio antropologico sui sostrati della tessitura romanzesca si integrerà in un discorso d’assieme sul “Chevalier au Lion” che mobiliterà anche tecniche e metodologie di ricerca più consuete.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L’insegnamento si fonderà prevalentemente sulla formula della lezione frontale, ma si prevede lo svolgimento di un seminario di antropologia del testo medievale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Altri orientamenti bibliografici di natura specialistica saranno forniti a lezione.
I titoli elencati in bibliografia formano, assieme ai contenuti delle lezioni, il programma d’esame. Non sono quindi da intendersi come opere di consultazione, destinate ad una veloce scorsa o ad un impiego aneddotico per assaggi selettivi, ma vanno considerati alla stregua di essenziali testi di studio. Andranno perciò assimilati a fondo e nella loro interezza.
Gli studenti non frequentanti dovranno integrare la bibliografia con i seguenti volumi: Chrétien de Troyes - Godefroi de Leigni, Il Cavaliere della carretta (Lancillotto), a cura di Pietro G. Beltrami, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2004;
Daniel Poirion, Il meraviglioso nella letteratura francese del Medioevo, Torino, Einaudi, 1988.
Questi complementi bibliografici non sono da intendersi quali semplici letture di contorno, ma costituiscono parte integrante del programma degli studenti non frequentanti: ne sarà pertanto richiesta, in sede d’esame, conoscenza puntuale e dettagliata.
Testi di riferimento:
  • Chrétien de Troyes, Il Cavaliere del leone. Alessandria: Edizione dell'Orso, 2011. A cura di Francesca Gambino e con un’introduzione di Lucilla Spetia Cerca nel catalogo
  • Maria Luisa Meneghetti, Il romanzo nel Medioevo. Francia, Spagna, Italia. Bologna: il Mulino, 2010. Cerca nel catalogo
  • Heinrich Zimmer, Il re e il cadavere. Storie della vittoria dell’anima sul male. Milano: Adelphi, 1993. Seconda edizione Cerca nel catalogo