Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)
Insegnamento
NEUROFISIOPATOLOGIA 2
MEO2045425, A.A. 2014/15

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2013/14

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)
ME1858, ordinamento 2011/12, A.A. 2014/15
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 10.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese NEUROPHYSIOPATHOLOGY 2
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Neuroscienze (DNS)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)

Docenti
Responsabile MARILENA SANNINO
Altri docenti ENRICO FACCO 000000000000
MARINA SALADINI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative MED/26 3.0
BASE Primo soccorso MED/41 2.0
CARATTERIZZANTE Scienze e tecniche di neurofisiopatologia MED/48 5.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 10.0 100 150.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2014
Fine attività didattiche 24/01/2015

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 NEUROFISIOPATOLOGIA 2 01/10/2017 30/09/2018 GREGO ALBERTO (Presidente)
ANTONINI ANGELO (Membro Effettivo)
FREO ULDERICO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente dovrà avere nozioni di base su anatomia del SNC e periferico e di fisiologia
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente dovrà avere nozioni di base sull'epilessia, classificazione, semeiotica e corrispettivi quadri EEG. Dovrà inoltre essere introdotto alla conoscenza dei pazienti ricoverati in area critica e all'utilizzo delle varie metodiche neurofisiologiche e saperne interpreatare il significato.
Dovrà conoscere con dovizia di particolari le tecniche utilizzate per eseguire le indagini neurofiologiche in area critica. Verranno introdotti cenni di anatomia e fisiologi.
Modalita' di esame: Orale
Criteri di valutazione: L'esame verrà valutato in trentesimi sul materiale messo a disposizione dello studente
Contenuti: Tecniche di monitoraggio in area critica (Marilena Sannino) :
Monitoraggio Neurofisiologico in terapia intensiva (EEG e Potenziali Evocati)
Scala di Glasgow
Epilessia (stato di male; vari quadri EEG in area critica:, protocollo stato di male).
Coma (vari tipi di coma, protocollo e EEG nei 4 stati di coma)
Encefalopatie metaboliche (Urgenza ed EEG: grafoelementi caratteristici)
Encefalopatie da prioni (malattia di Jakob-Creutzfeldt, Insonnia Fatale )
Morte Cerebrale normativa e modalità di registrazione
Artefatti da registrazione in area critica
Cenni di neuroanatomia ed introduzione al Monitoraggio Intraoperatorio (IOM)
Diversi approcci neurochirurgici in paziente sedato e sveglio
Studio del paziente prima, durante e dopo la chirurgia
Tecniche utilizzate durante lo IOM: Potenziali evocati, EMG , EEG.
Apparecchiature dedicate per lo IOM
Lezioni pratiche in sala operatoria e terapia intensiva.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Proiezione power point, interazione con lo studente attività pratiche in rianimazione e lettura comune di tracciati
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Allo studente verrà consegnato il materiale utilizzato per le lezioni, compresi eventuali articoli in inglese utilizzati per discussione di casi clinici
Testi di riferimento: