Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO ROMANO
GI02102064, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2015/16

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2014)
GI0270, ordinamento 2014/15, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE DI PADOVA [999PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ROMAN LAW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LUIGI GAROFALO IUS/18

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/18 2.0
BASE Storico-giuridico IUS/18 7.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso V Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 23/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: È propedeutico l'esame di Istituzioni di diritto romano, in quanto fornisce il sostrato di conoscenze indispensabili in vista di trattazioni aventi ad oggetto argomenti monografici di ampio respiro diacronico e fortemente interdisciplinari.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso mira a valorizzare la conoscenza del diritto romano allo scopo di comprendere l'autentica essenza del fenomeno giuridico nella sua unitarietà e cogliere appieno il fondamento razionale del diritto positivo.
Modalita' di esame: Prova orale inerente all'intero programma, strutturata su domande attinenti alle diverse parti del medesimo, con approfondimenti sugli aspetti che esigono ulteriore verifica ai fini di una corretta valutazione della prova.
Criteri di valutazione: Nella prova finale si valuterà la capacità dello studente di inquadrare adeguatamente i problemi illustrati durante il corso e di esporre sinteticamente le possibili soluzioni. Oltre alla comprensione e alla rielaborazione del fenomeno giuridico in assenza di supporti codicistici, sì da rafforzare le attitudini logiche nella soluzione di questioni inerenti a origini e sviluppi di istituti i cui riflessi sulla modernità appaiono fondanti quanto evidenti, sarà verificata la maturità di impiego del lessico giuridico (in corrispondenza di una fase del percorso formativo ormai prossima alla conclusione del medesimo).
Contenuti: Il corso si articola in tre parti, la prima delle quali riguarda le applicazioni normative e le costruzioni dottrinali in materia di 'crimina' e 'delicta'. Il secondo ambito tematico attiene all'individuazione da parte della giurisprudenza classica dei caratteri connotanti l'area contrattuale, con riferimento alla dottrina del contratto tanto nei suoi aspetti originari quanto in chiave prospettica; la terza sezione si occupa, infine, delle connessioni tra sacertà e sovranità, con particolare attenzione alle vicende relative al rapporto tra diritto, corpo e potere.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali.
Laddove se ne presenti l'opportunità, saranno svolti incontri seminariali coordinati dallo stesso docente, alla presenza di studiosi ospiti aventi provata esperienza, anche internazionale, onde approfondire specifici aspetti del programma, altresì dando conto delle linee interpretative più recenti ed innovative in ciascun argomento.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I testi indicati al n. 1 e 2 vanno studiati per intero, in quanto corrispondenti alle prime due parti del corso.
Riguardo alla terza parte del medesimo, si potrà optare fra:
- studiare per intero il testo indicato al n. 3
- analizzare cinque saggi a scelta del testo indicato al n. 4
Poiché parte dei volumi da utilizzare ai fini dell'esame è in corso di stampa, come sottolineato nelle 'note', all'inizio del corso nonché attraverso successive modifiche del Syllabus saranno resi noti gli estremi editoriali definitivi dei volumi da studiare, indicati nei 'testi di riferimento'.
Testi di riferimento:
  • 1) Luigi Garofalo (a cura di), 'Crimina' e 'delicta'. Applicazioni normative e costruzioni dottrinali. Napoli: Jovene, 2019. In corso di stampa
  • 2) Luigi Garofalo, Figure e tutele contrattuali fra diritto romano e contemporaneità giuridica. Santiago de Compostela: Andavira, 2015. Cerca nel catalogo
  • 3) Luigi Garofalo, Sacertà e sovranità. Luogo da definire: Editore da definire, 2019. In corso di stampa (titolo provvisorio) OPPURE, IN ALTERNATIVA,
  • 4) Luigi Garofalo (a cura di), Il corpo in Roma antica. Ricerche giuridiche. I. Pisa: Pacini, 2015. Di questo volume vanno studiati cinque saggi a scelta.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Problem based learning
  • Case study
  • Problem solving
  • Mappe concettuali

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti