Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA DELL'ENERGIA
Insegnamento
MATERIALI
IN02105638, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA DELL'ENERGIA
IN0515, ordinamento 2014/15, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MATERIALS
Sito della struttura didattica http://ienie.dii.unipd.it/ingegneria-dell-energia/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dii/course/view.php?idnumber=2017-IN0515-000ZZ-2016-IN02105638-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ENRICO BERNARDO ING-IND/22

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ING-IND/21 3.0
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ING-IND/22 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
17 A.A. 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 FRANCHIN GIORGIA (Presidente)
BERNARDO ENRICO (Membro Effettivo)
BIASETTO LISA (Supplente)
BRUNELLI KATYA (Supplente)
BRUSATIN GIOVANNA (Supplente)
CALLIARI IRENE (Supplente)
COLOMBO PAOLO (Supplente)
DABALA' MANUELE (Supplente)
GUGLIELMI MASSIMO (Supplente)
MARTUCCI ALESSANDRO (Supplente)
16 A.A. 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 BERNARDO ENRICO (Presidente)
COLOMBO PAOLO (Membro Effettivo)
GUGLIELMI MASSIMO (Supplente)
15 A.A. 2016/17 01/10/2016 30/11/2017 BERNARDO ENRICO (Presidente)
COLOMBO PAOLO (Membro Effettivo)
GUGLIELMI MASSIMO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il Corso prevede conoscenze di base di Chimica generale
Conoscenze e abilita' da acquisire: Si richiede allo studente di dimostrare di aver ben acquisito nozioni concernenti le principali classi di materiali per impiego industriale, la loro classificazione e designazione, nonché di essere in grado di individuare e quantificare le caratteristiche che consentano la scelta dei materiali e/o delle relative condizioni di trattamento, in relazione all'impiego.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze attese viene effettuata attraverso una prova scritta. La prova consiste di 9 quesiti, su tutto il programma del corso. I 9 quesiti consistono di domande a risposta aperta e di esercizi, da svolgere entro spazi predeterminati, come segue:
- 5 domande e esercizi brevi, che presuppongono una risposta in al massimo 3-4 righe; si tratta di ricordare definizioni e descrizioni fondamentali, per cui si apprezza, da parte dello studente, la precisione e la capacità di sintesi. Ciascuna domanda breve corrisponde a 2 punti; una delle 5 domande contiene una richiesta aggiuntiva, facoltativa, per un ulteriore punto; il massimo punteggio ottenibile dalle 5 domande brevi è quindi di 10-11 punti
- 3 esercizi: si tratta di applicare concetti fondamentali riguardanti la solidificazione e la microstruttura di leghe, le tensioni meccaniche di origine termica e la micromeccanica dei materiali compositi. Ciascun esercizio corrisponde a 3 punti; il massimo punteggio ottenibile dai tre esercizi è quindi di 9 punti
- 1 domanda estesa, per un massimo di 12 punti, che presuppone una risposta articolata, ma comunque sintetica, al massimo su una facciata A4; si tratta di una domanda su uno dei numerosi casi di studio riguardanti l'applicazione ingegneristica dei materiali.
La somma dei punteggi da domande brevi, esercizi e domanda estesa determina il voto finale. La lode viene conferita per un punteggio finale di almeno 31.5 punti.
La prova scritta può essere sostituita da due prove di accertamento, a metà corso e a fine corso (la seconda prova è svolta in corrispondenza con il primo appello). La prima prova è in "modalità quiz", ovvero su 21 domande a risposta multipla (4 opzioni, 1 sola valida), su argomenti della prima parte del corso (compositi esclusi); ogni domanda corrisponde a 1.5 punti (massimo=31.5). La risposta presuppone la piena padronanza delle definizioni e delle descrizioni, oppure dei trattamenti matematici. La seconda prova consiste in una prova scritta con la stessa organizzazione della prova scritta di appello, ma con domande ed esercizi riferiti alla sola seconda parte del corso. Il voto finale viene espresso come media dei giudizi nelle due prove di accertamento.
La lode viene conferita per un punteggio finale di almeno 31 punti.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite sono:
1. Completezza delle conoscenze acquisite
2. Proprietà della terminologia tecnica
3. Precisione nell'applicazione di elementi di progettazione con materiali di diverse classi
Contenuti: Il corso mira a fornire le conoscenze di base riguardanti:
- Struttura dei solidi: richiami sui legami chimici, strutture cristalline dei solidi e loro difetti, definizione di vetro; diffusione nei solidi
- Comportamento meccanico dei materiali: elementi di teoria della tensione e analisi della deformazione; comportamento elastico, elastoplastico e viscoelastico; cenni al cedimento a caldo e a fatica
- Trasformazioni termodinamiche: diagrammi di fase (generalità e studio dello sviluppo microstrutturale al raffreddamento, diagramma ferro/carbonio)
- Effetti cinetici sullo sviluppo microstrutturale: trattamenti termici degli acciai, delle leghe di alluminio e di ceramici ingegneristici; interpretazione della vetrificazione e della sinterizzazione dei ceramici
- Generalità dei materiali metallici strutturali più importanti, con dettaglio delle applicazioni tipiche
- Generalità dei materiali ceramici tradizionali e avanzati, con dettaglio delle applicazioni tipiche
- Generalità dei materiali polimerici, con dettagli sui polimeri di maggiore utilizzo industriale
- Generalità dei materiali compositi, con dettagli sulla micromeccanica e sulle tipologie di maggiore utilizzo industriale
- Proprietà termiche (conducibilità termica, calore specifico, diffusività termica, espansione termica) e conseguenze meccaniche (tensioni termiche, shock termico) in funzione della tipologia e della microstruttura dei materiali
- Proprietà elettriche in funzione della tipologia e della microstruttura dei materiali (conduttori, isolanti, dielettrici, semiconduttori)
- Proprietà magnetiche in funzione della tipologia e della microstruttura dei materiali
- Proprietà ottiche in funzione della tipologia e della microstruttura dei materiali
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le attività didattiche prevedono ore di lezione in aula dove, su supporto informatico (slides proiettate), vengono affrontati i contenuti del corso. Dimostrazioni ed esempi di calcolo sono ripresi dal docente e sviluppati passo passo su lavagna. Il docente assegna periodicamente esercitazioni in forma di domande a risposta multipla, per la verifica facoltativa da parte degli studenti (4 esercitazioni contenenti ciascuna 6 domande; ogni risposta corretta corrisponde a 0.1 punti di bonus sul voto finale)
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Tutto il materiale didattico presentato durante le lezioni (costituente il programma d'esame) è reso disponibile sulla piattaforma Moodle, in forma di slides (le stesse proiettate durante le lezioni)
Ad ogni lezione corrisponde un singolo capitolo della dispensa e un singolo blocco di lucidi.
Sono a disposizione vari esempi di esercizio, comprensivi di soluzione, per la verifica dell'apprendimento da parte degli studenti.
Il materiale didattico supporta il libro di testo adottato.
Gli studenti possono avvalersi di una dispensa integrativa (a cura di E. Bernardo e G. Scarinci), facoltativa.
Testi di riferimento:
  • James F. Shackelford, Scienza e Ingegneria dei Materiali. Milano: Pearson Paravia, 2009. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Industria, innovazione e infrastrutture Citta' e comunita' sostenibili Consumo e produzione responsabili