Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
PSYCHOLOGICAL SCIENCE - SCIENZE PSICOLOGICHE
Insegnamento
SPATIAL COGNITION
PSP5070657, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2016/17

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
PSYCHOLOGICAL SCIENCE - SCIENZE PSICOLOGICHE
PS2192, ordinamento 2015/16, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese SPATIAL COGNITION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Psicologia Generale
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile CHIARA MENEGHETTI M-PSI/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia generale e fisiologica M-PSI/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze su aspetti introduttivi della psicologia (percezione, memoria e apprendimento), modelli di psicologia cognitiva e delle differenze individuali.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Alla fine del corso gli studenti conosceranno:
- l’uso appropriato del linguaggio specifico riguardo alla cognizione spaziale
- i principali modelli e paradigmi di ricerca riguardo acquisizione, costruzione, mantenimento e recupero di informazioni spaziali.
Alla fine del corso gli studenti acquisiranno le seguenti abilità:
- Competenze nell’uso dei principali metodi di ricerca, paradigmi e stimoli per lo studio dei processi spaziali, della formazione e del recupero delle rappresentazioni spaziali;
- Pensiero critico e problem solving riguardo questioni e modelli della cognizione spaziale
Modalita' di esame: L’esame finale si terrà nelle date ufficiali stabilite dalla Scuola di Psicologia.
L’esame sarà svolto in forma scritta.
La valutazione delle conoscenze coprirà tutti gli aspetti affrontati (che si baseranno su tutti i materiali del corso, i.e. libro e slide); si svolgerà principalmente tramite domande a scelta multipla e vero/falso.
Le abilità principali saranno esaminate tramite domande aperte che valuteranno la conoscenza dello studente e la capacità di applicarla all’interpretazione di risultati sperimentali, di profili individuali, confronto tra classificazioni, modelli e paradigmi della cognizione spaziale.

L’esame durerà un’ora e includerà:
a) 30 domande a scelta multipla e vero/falso
b) 3 domande aperte.
L’esame sarà uguale per studenti frequentanti e non frequentanti il corso.
Per studenti frequentanti il corso ci saranno in aggiunta delle domande aperte facoltative riguardanti le esperienze pratiche svolte durante il corso (compiti spaziali, esperienze sul campo, in laboratorio, ecc.)
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione riguarderanno:
- L’appropriatezza della terminologia e uso di espressioni puntuali sui contenuti
- L’accuratezza delle argomentazioni riguardo le diverse componenti e gli aspetti della cognizione spaziale
- L’abilità di trasferire le conoscenze di cognizione spaziale a uso pratico e applicazioni
Contenuti: I contenuti del corso includono:
-spazio e cognizione: aspetti chiave (approcci filosofici; mappe cognitive; modelli dello sviluppo)
-Spazio geografico (analisi del territorio, cartografia)
-Misure della conoscenza spaziale (luoghi, distanze, direzioni, distorsioni)
-Conoscenze spaziali acquisite tramite mappe: caratteristiche delle mappe, frame of reference dell’organizzazione delle informazioni spaziali in memoria.
-Conoscenze spaziali acquisite tramite navigazione: modelli di locomozione e wayfinding e modalità di studio (esplorazioni reali o in realtà virtuale); esperienze e simulazioni di diverse modalità di navigazione
-Cervello spaziale: le principali strutture neuro-cognitive implicate in formazione di mappe cognitive, riconoscimento Landmark, conoscenze allocentriche, egocentriche e il passaggio da una conoscenza all’altra
-Condizioni cliniche associate all’orientamento e alla conoscenza spaziale: disorientamento topografico, neglet spaziale, agorafobia.
-Debolezze nella conoscenza e rappresentazione spaziale: persone con disabilità intellettive, anziani e ciechi.
-Spazio e linguaggio: terminologia spaziale (preposizioni, diversità linguistiche), descrizioni spaziali (differenti prospettive, modelli mentali e modi di descrivere), discorsi spaziali (indicazioni di percorsi, ruolo dei landmark e modelli)
-Differenze individuali visuo-spaziali nell’elaborazione e nella rappresentazione di informazioni spaziali: abilità visuo-spaziali (rotazione mentale, assunzione di prospettiva), auto-valutazioni su attitudini, preferenze e strategie visuo-spaziali*
-La relazioni tra abilità e auto-valutazioni visuo-spaziali individuali e uso di diverse modalità di apprendimento (mappe, navigazione e descrizioni)*
-Rappresentazioni spaziale in attività motorie e sport*
-Modelli computazionali; assistenza nella mobilità e navigazione


*L’argomento sarà presentato principalmente con le slide
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni includeranno:

- lezioni frontali
- presentazioni di video
- attività in piccoli gruppi (con domande che stimolano il pensiero critico e commenti su disegni sperimentali e risultati ottenuti)
- auto-valutazioni settimanali con quiz, domande aperte e giochi interattivi
- lavori di gruppo su articoli di ricerca
- esperienze sul campo e di laboratorio
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il materiale del corso include power point con specifici contenuti (non presenti nel libro)
Testi di riferimento:
  • Denis, M., Space and Spatial Cognition: A Multidisciplinary Perspective.. London and New York: Routledge, 2018. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Mappe concettuali
  • Active quiz per verifiche concettuali e discussioni in classe
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Learning journal

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Top Hat (active quiz, quiz)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere