Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
METODI ALTERNATIVI DI SOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE CIVILI
GIP7079080, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2017)
GI0270, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ALTERNATIVE DISPUTE RESOLUTION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile BEATRICE ZUFFI IUS/15

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/15 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Syllabus
Prerequisiti: E' richiesta la conoscenza delle nozioni fondamentali di diritto privato e di diritto processuale civile.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso è volto a fornire allo studente gli strumenti teorici e pratici per l'apprendimento e l'utilizzo dei principali metodi alternativi di composizione delle controversie civili. Lo scopo perseguito è quello di offire ai futuri operatori del diritto la possibilità di acquisire alcune delle abilità (oltre a quelle tradizionalmente sviluppate nel corso di diritto processuale civile) richieste oggi ai professionisti forensi in relazione alla gestione del contenzioso privato.
Al termine del corso lo studente sarà così in grado di:
- conoscere la diversificata compagine dei principali metodi ADR esperibili in Italia;
- discernere alcune delle tecniche in uso per la gestione dei conflitti;
- valutare i vantaggi e gli svantaggi collegati alla scelta dell'uno o dell'altro metodo di composizione alternativa delle controversie;
- predisporre le clausole o gli accordi volti a consentire la composizione stragiudiziale delle dispute;
- affrontare i problemi più ricorrenti nella pratica degli strumenti autonomi ed eteronomi di soluzione delle liti;
- comprendere le implicazioni processuali dell'esperimento o del mancato esperimento dei tentativi obbligatori di preventiva tacitazione delle cause.
Modalita' di esame: L'esame prevede il superamento di un colloquio orale diretto a verificare la conoscenza degli argomenti indicati nel programma.
Criteri di valutazione: Sarà valutata la conoscenza delle caratteristiche e della disciplina vigente in relazione ai principali metodi di soluzione delle controversie civili che possono essere esperiti dai litiganti in alternativa al ricorso all'autorità giurisdizionale.
Contenuti: Introduzione allo studio dei metodi alternativi di soluzione delle controversie civili - La nozione di ADR nel panorama comparatistico - Le principali caratteristiche e i vantaggi delle metodologie alternative di tacitazione delle liti - L'evoluzione della legislazione europea e italiana in materia - Analisi delle discipline vigenti nell'ordinamento italiano in ordine ai principali metodi autonomi ed eteronomi di soluzione delle controversie - In particolare in tema di: a) transazione; - b) negozio di accertamento; - c) negoziazione assistita da avvocati; d) mediazione civile; e) arbitrato rituale e irrituale; f) consulenza tecnica preventiva; g) ricadute processuali dell'uso non appropriato dei percorsi obbligatori di tacitazione delle liti civili; h) strumenti compositivi nei settori consumeristico, societario e bancario-finanziario.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si svolgerà mediante lezioni frontali ed esercitazioni nell'ambito delle quali saranno affrontati casi tratti dall'esperienza giurisprudenziale al fine di promuovere la riflessione critica mediante discussioni in plenaria e gruppi di lavoro in aula. Per i non frequentanti, ove possibile, saranno attivate delle sessioni di esercitazioni on-line. A discrezione del docente e previo accordo con gli studenti, potranno anche essere organizzate delle attività seminariali consistenti nell'intervento di esperti o nella simulazione di procedimenti ADR.
A parte le esercitazioni eventualmente caricate in moodle, non è prevista alcuna attività formativa a distanza.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Si suggerisce lo studio del testo di riferimento per le parti segnalate (v. infra).
A discrezione del docente, verranno pubblicati nella pagina web del corso schemi, esercitazioni, sentenze e altri atti, che potranno essere scaricati dagli studenti quali materiali di ausilio per la preparazione dell'esame.
Testi di riferimento:
  • Aa.Vv., Processo civile e soluzioni alternative delle liti. Ariccia: Aracne editrice int.le S.r.l., 2016. Si consiglia lo studio delle pp. da 293 a 424, da 507 a 611, da 707 a 834. Si suggerisce altresì la lettura delle pp. da 117 a 167. Cerca nel catalogo