Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO DELLE CRISI D'IMPRESA
GIP5070802, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA
GI2373, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese INSOLVENCY LAW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto (DDPCD)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede TREVISO
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MASSIMO ZAPPALA'

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza del diritto privato con speciale riguardo a soggetti,
negozio e contratti, obbligazioni, responsabilità, tutela dei diritti;conoscenza del diritto commerciale, con speciale riguardo a società e impresa.
Si consiglia il superamento dell'esame di Diritto commerciale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Nozioni di base del diritto concorsuale tenendo conto della riforma
operata col decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14 ("Codice della
crisi d'impresa e dell'insolvenza", che entrerà in pieno vigore il 15
agosto 2020), con speciale riguardo agli aspetti sostanziali proprie
delle soluzioni concordate della crisi.
Il programma analitico degli argomenti trattati nel corso sarà
comunicato secondo modalità concordate in aula.
Modalita' di esame: Esame ORALE volto ad accertare il possesso della visione d'insieme
nella materia e in essa dei singoli elementi di maggiore importanza,
con speciale riguardo alla sistemazione dei rapporti giuridici operata
dalle procedure per i fini delle medesime.
Criteri di valutazione: Competenza nelle conoscenze sistematiche e di dettaglio,
correttezza dei riferimenti normativi, precisione lessicale nel
linguaggio comune e giuridico, ordine espositivo e concatenazione
logica degli argomenti.
Contenuti: Piano attestato di risanamento e accordi di ristrutturazione dei
debiti. Concordato preventivo. Liquidazione giudiziale e
amministrazioni straordinarie.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali, con l'intervento di esperti per un utile
complemento di sensibilità ed esperienze professionali. Saranno
presentati materiali didattici di supporto.
Sebbene non obbligatoria, si raccomanda tuttavia la frequenza perché
la materia è connotata da forte impronta specialistica anche sul piano
concettuale, non sempre agevole da cogliersi attraverso la consueta
lettura dei manuali.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: È molto importante la conoscenza delle fonti normative, specie
della legge fallimentare e del "Codice della crisi d'impresa e
dell'insolvenza".

Testi di riferimento:
* M. Sciuto, "Diritto della crisi d'impresa" (vol. II di "Diritto
commerciale" a cura di M. Cian). Torino: Giappichelli, 2018. Testo
consigliato. È comunque utile qualsiasi manuale universitario di
diritto fallimentare, purché aggiornato.
I testi di primo approccio alla riforma che
entrerà in vigore nell'agosto 2020 saranno indicati a lezione.
Testi di riferimento: