Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Insegnamento
STORIA DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA E LABORATORIO
INM0016764, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
IN0533, ordinamento 2010/11, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF CONTEMPORARY ARCHITECTURE AND LABORATORY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dicea/course/view.php?idnumber=2019-IN0533-000ZZ-2017-INM0016764-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

Docenti
Responsabile GIANMARIO GUIDARELLI ICAR/18
Altri docenti ELENA SVALDUZ ICAR/18
STEFANO ZAGGIA ICAR/18

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline storiche per l'architettura ICAR/18 12.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 3.0 60 15.0
LEZIONE 9.0 95 130.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 20/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2010

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 2018 01/10/2018 15/03/2020 GUIDARELLI GIANMARIO (Presidente)
SVALDUZ ELENA (Membro Effettivo)
GUARNERI CRISTIANO (Supplente)
ZAGGIA STEFANO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Prerequisito indispensabile è il superamento dell’esame di Storia dell’Architettura.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso mira a fornire le conoscenze e la metodologia per lo studio degli edifici e degli insediamenti storici, necessarie per operare professionalmente attraverso una adeguata conoscenza storico-critica. Si approfondiscono le questioni teoriche, progettuali e storiografiche relative alle principali tappe della storia dell'architettura e della città, tra la seconda metà del XVIII secolo e la prima metà del XX secolo. Il lavoro di laboratorio prevede l'acquisizione di una prima metodologia di lettura e di analisi del patrimonio storico-architettonico e storico-ambientale per la conoscenza e l'interpretazione dell'evoluzione del costruito e della città. Inoltre lo studio delle fonti primarie e della bibliografia mirano a esercitare la capacità critica dello studente, sviluppando un'autonomia di giudizio.
Modalita' di esame: L’ammissione all’esame orale, che dovrà restituire la conoscenza dei testi della bibliografia essenziale e delle tematiche affrontate nelle lezioni, avverrà a seguito dell’approvazione del lavoro svolto nel corso del laboratorio assistito, che si concluderà con una discussione, in forma seminariale, degli elaborati redatti all’interno del laboratorio stesso.
Criteri di valutazione: La valutazione si baserà sulla verifica da un lato del corretto svolgimento della parte laboratoriale e quindi sulla relazione che ne costituirà l’esito, dall’altra della conoscenza dei temi del corso, e della capacità di leggere gli edifici nel loro contesto storico. In questo modo si intende valutare rispettivamente sia le abilità comunicative, sia la capacità di apprendimento dello studente.
Contenuti: La trattazione delle problematiche teoriche, progettuali e storiografiche relative agli episodi più significativi dell’architettura tra la seconda metà del XVIII secolo e la prima metà del XX secolo completerà il quadro delle conoscenze storiche istituzionali iniziato con il corso di Storia dell’architettura. Il corso tratterà dei temi più generali inerenti il periodo dal Neoclassicismo al Movimento Moderno in una prospettiva prevalentemente europea e nord americana (la tradizione classica nell’architettura occidentale; architettura neoclassica in Europa; architettura e città dell’Eclettismo Europeo; architettura e città negli Stati Uniti tra XIX e XX secolo; le diverse declinazioni dell’Art Nouveau; il Movimento Moderno in Europa).
Si intende inoltre evidenziare in una prospettiva storica le diverse componenti presenti nell’attività di progetto, riflettendo su aspetti significativi (anche rapportati ad un’ottica attuale) per la cultura del futuro ingegnere edile-architetto (storia dei percorsi formativi di ingegneri e architetti: dall’Ecole des Ponts et Chaussées di Parigi al Politecnico di Milano; storia della letteratura tecnica per il progetto; storia dei nuovi materiali costruttivi: tecnica ed estetica delle costruzioni in ferro nel XIX secolo; l’architettura in cemento armato dai brevetti ottocenteschi agli architetti del Movimento Moderno).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso è organizzato in lezioni, attività di laboratorio, esercitazioni, seminari e visite guidate. Finalità del Laboratorio è la trasmissione di un metodo di ricerca che da un lato avvii alla conoscenza specialistica delle architetture storiche e dei loro contesti e dall'altro permetta al futuro ingegnere edile-architetto di operare con cognizione storico-critica nella sua attività di progettazione, si tratti di progettare ex novo o di intervenire su strutture esistenti.
Le lezioni/seminario e le visite di studio verteranno su temi cui è possibile soltanto accennare nel corso delle lezioni frontali. La frequenza alle lezioni, alle esercitazioni e al laboratorio è obbligatoria.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Bibliografia di consultazione:
B. Bergdoll, European Architecture 1750-1890, Oxford: Oxford University Press, 2000;
W. J. R. Curtis, L'architettura moderna del Novecento. London: Phaidon, 2006;
S. Ciranna, G. Doti, M.L. Neri, Architettura e città nell’Ottocento. Percorsi e protagonisti di una storia europea, Roma Carocci 2011;
G. Zucconi, La città dell'Ottocento. Roma-Bari: Laterza, 2001;
B. Secchi, La città del ventesimo secolo. Roma-Bari: Laterza, 2005.
Storia dell'architettura italiana. L'Ottocento, a cura di A. Restuccci, Milano: Electa, 2005;
Storia dell'architettura italiana. Il primo Novecento, a cura di G. Ciucci e G. Muratore, Milano: Electa, 2004;
Storia dell'architettura italiana. Il secondo Novecento, a cura di F. Dal Co, Milano: Electa, 1997;
G. Pigafetta, Storia dell’architettura moderna. Imitazione e invenzione fra XV e XX secolo, vol. II, Torino: Bollati Boringhieri, 2007;
M. Biraghi, Storia dell’architettura contemporanea, I, 1750-1945, Torino: Einaudi, 2008;
M. Biraghi, Storia dell’architettura contemporanea, II, 1945-2008, Torino: Einaudi, 2008;
G. Fanelli, R. Gargiani, Storia dell'architettura contemporanea, Roma-Bari: Laterza, 1998;
K. Frampton, Storia dell'architettura moderna, Quarta edizione, Bologna: Zanichelli, 2008;
L'arte di edificare. Manuali in Italia 1750-1950, a cura di C. Guenzi, Milano BE-MA Editrice 1982 ed edizioni successive;
Andrea Bruno jr., Percorsi dell'architettura contemporanea, Roma: Carocci editore, 2006;
Che cos'è il restauro? Nove studiosi a confronto, Venezia: Marsilio, 2005;
D. Calabi, Storia dell'urbanistica europea, Milano: Mondadori, 2004;
D. Calabi, Storia della città. L'eta contemporanea, Venezia: Marsilio, 2005.

Manuali di storia dell’arte consigliati:
P. L. De Vecchi, E. Cerchiari, Arte nel tempo, Milano: Bompiani, 1991 ed ediz. successive, oppure
C. Bertelli, G. Briganti, A.Giuliano, Storia dell'arte italiana, Milano: Electa-Bruno Mondadori, 1992 ed ediz. successive, oppure
E. Bairati, A. Finocchi, Arte in Italia, Torino: Loescher, 1990 ed ediz. successive.
Testi di riferimento:
  • Dellapiana, Elena; Montanari, Guido, Una storia dell'architettura contemporanea. Novara: UTET Universita, 2015. Cerca nel catalogo
  • Watkin, David, Storia dell'architettura occidentale. Bologna: Zanichelli, 1999. Cerca nel catalogo