Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
Insegnamento
FONTI PER LA STORIA DELLA MUSICA
SUP7079017, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE (Ord. 2017)
LE0615, ordinamento 2017/18, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese SOURCE FOR THE HISTORY OF MUSIC
Sito della struttura didattica http://www.beniculturali.unipd.it/www/homepage/
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?idnumber=2017-LE0615-000ZZ-2017-SUP7079017-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANTONIO LOVATO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline dello spettacolo, della musica e della costruzione spaziale L-ART/07 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2018
Fine attività didattiche 01/06/2018
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Sono richieste una buona conoscenza della storia della musica e una sufficiente autonomia nell'uso dei repertori musicali.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso intende offrire agli studenti la possibilità di approfondire le tematiche sviluppate durante le lezioni, fornendo gli strumenti e le metodologie adeguate per iniziare un'autonoma attività di ricerca. L'insegnamento avrà, quindi, una struttura seminariale, al fine di privilegiare il confronto sui risultati raggiunti dagli studenti attraverso la discussione e la verifica dei loro elaborati, formulati sulla base dei contenuti proposti. Pertanto sarà favorita l'applicazione individuale in relazione ad aspetti specifici degli argomenti trattati.
Modalita' di esame: L'esame consisterà in un colloquio individuale, durante il quale lo studente illustrerà e discuterà un proprio elaborato relativo a un argomento scelto di comune accordo con il docente tra le tematiche approfondite durante il corso.
Criteri di valutazione: La valutazione si baserà sui seguenti criteri:
1 - chiarezza, coerenza e rigore espositivo
2 - conoscenza e approfondimento dei contenuti
3 - capacità di contestualizzare i contenuti
4 - livello di analisi dei contenuti
5 - grado di autonomia nell'uso delle fonti, dei repertori bibliografico-musicali e del materiale didattico.
Contenuti: Gli studenti saranno guidati in percorsi di ricerca che permetteranno di conoscere, selezionare e utilizzare fonti storico-musicali relative ai seguenti argomenti:
1 - la formazione delle Cappelle musicali
2 - l'attività musicale delle Corti e delle Accademie
3 - l'educazione musicale in età moderna
4 - il recupero della musica antica tra Otto e Novecento.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: La proposta didattica intende fare esercitare gli studenti nell'attività di individuazione, organizzazione e gestione delle fonti, al fine del loro corretto utilizzo dal punto di vista storico. Pertanto essi saranno coinvolti nell'attività di:
a - lettura, trascrizione e comparazione di esempi significativi di fonti relative agli argomenti indicati nei contenuti
b - analisi delle problematiche di carattere storiografico e metodologico connesse alla ricerca d'archivio.
L'insegnamento prevede:
1 - utilizzo di riproduzioni e videoriproduzioni (fotocopie, CD e DVD)
2 - esercitazioni pratiche su fonti dirette e indirette (materiali d'archivio, testimonianze letterarie e iconografiche)
3 - visite a Biblioteche e Archivi che conservano fonti utili alla storia della musica
4 - studio delle fonti ai fini della loro contestualizzazione rispetto ai repertori musicali, alla committenza e alla prassi esecutiva.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Informazioni bibliografiche specifiche riguardo alle tematiche discusse e agli argomenti scelti dagli studenti per i loro elaborati saranno indicate durante lo svolgimento delle lezioni.
A integrazione della proposta didattica gli studenti potranno partecipare ai seguenti laboratori e seminari, finalizzati all'approfondimento dell'analisi di fonti, repertori e monumenti musicali e all'esecuzione pratica:
a) Bibliografia musicale
b) Forme della musica medievale e rinascimentale
c) Canto gregoriano I e II livello
d) Coro grande
e) Videoscrittura musicale.
Testi di riferimento:
  • Giulio Cattin, Formazione e attività delle cappelle polifoniche nelle cattedrali. La musica nelle città.. Vicenza: Neri Pozza, --. Tre contributi inclusi nella Storia della cultura veneta, voll. 3/III, 4/I, 5/I (1981-1985). Cerca nel catalogo
  • Michele Magnabosco, Laura Och, Marco Materassi, L' Accademia Filarmonica di Verona dalla fondazione al teatro. Verona: Accademia Filarmonica Verona, 2015. Cerca nel catalogo
  • Dilva Princivalli, La scuola di grammatica e canto della Commissaria Galliero a Tribano. Padova: CLEUP, 2017. Cerca nel catalogo
  • Paola Dessì, Antonio Lovato, Giovanni Tebaldini e la restituzione della musica antica. Padova: Centro Studi Antoniani, 2017. Cerca nel catalogo