Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
SCIENZE E CULTURA DELLA GASTRONOMIA E DELLA RISTORAZIONE
Insegnamento
ISTITUZIONI DI DIRITTO E DIRITTO DELL'ALIMENTAZIONE
AVP7078158, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE E CULTURA DELLA GASTRONOMIA E DELLA RISTORAZIONE (Ord. 2017)
IF0365, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 7.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese FOOD LAW
Sito della struttura didattica http://www.agrariamedicinaveterinaria.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento Agronomia Animali Alimenti Risorse Naturali e Ambiente (DAFNAE)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scuolaamv/course/view.php?idnumber=2018-IF0365-000ZZ-2017-AVP7078158-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede LEGNARO (PD)
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile STEFANO ARMELLINI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline economiche e giuridiche IUS/03 7.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ESERCITAZIONE 1.0 8 17.0
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
2 Commissione a.a. 2019/20 01/12/2019 30/11/2020 ARMELLINI STEFANO (Presidente)
DE MARCHI MASSIMO (Membro Effettivo)
GASPARINI DANILO (Supplente)
LANTE ANNA (Supplente)
LOMOLINO GIOVANNA (Supplente)
MENINI ANDREA (Supplente)
1 Commissione a.a. 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 ARMELLINI STEFANO (Presidente)
DE MARCHI MASSIMO (Membro Effettivo)
GASPARINI DANILO (Supplente)
LANTE ANNA (Supplente)
LOMOLINO GIOVANNA (Supplente)
MENINI ANDREA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Non è necessario alcun prerequisito.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso ha l’obiettivo di garantire agli studenti l’acquisizione delle conoscenze teorico-pratiche della legislazione alimentare e lo sviluppo di capacità di analisi logica e critica.
Gli studenti alla fine del corso saranno in grado di:
- conoscere i princìpi generali del diritto e della legislazione alimentare e gli standard normativi richiesti per la produzione e la commercializzazione dei prodotti alimentari in particolare in materia di origine e provenienza dei prodotti, etichettatura, sicurezza e igiene degli alimenti e dei mangimi, tutela del consumatore;
- applicare i criteri che permettono di risolvere le antinomie tra le varie norme esistenti nel sistema e individuare quella applicabile nel caso concreto (gerarchia, specialità, competenza);
- interpretare e applicare le norme della legislazione alimentare ai casi concreti;
- comprendere le linee di tendenza, anche di tipo economico, del settore alimentare dai mutamenti delle norme e della prassi giurisprudenziale.
Modalita' di esame: La verifica di profitto si svolge nella seguente modalità:
- esame scritto o orale in forma di domande aperte volte a verificare l’acquisizione della conoscenza delle norme e dei princìpi generali della legislazione alimentare attraverso la loro interpretazione e applicazione ai casi concreti e valutazione critica della loro efficacia e/o delle criticità;
- sono previsti accertamenti in itinere per gli studenti frequentanti.
Criteri di valutazione: I criteri generali di cui si terrà conto nel valutare la preparazione degli studenti sono i seguenti:
1) verifica delle conoscenze acquisite;
2) verifica della capacità degli studenti di risolvere un problema pratico in base alle conoscenze acquisite;
3) verifica della capacità degli studenti di lavorare in gruppo;
4) verifica della capacità degli studenti di comprendere le conseguenze economiche delle scelte effettuate a livello normativo e della prassi giurisprudenziale;
5) partecipazione dimostrata dagli studenti durante le lezioni se sollecitati con domande, proposte di brainstorming e dialogo socratico.
Contenuti: I contenuti del corso sono:
1° CFU: i princìpi generali del diritto, il contratto e il contratto di vendita di prodotti alimentari;
2° CFU: le fonti del diritto con particolare riferimento a quelle che vengono in considerazione nella legislazione alimentare;
3° CFU: la libera circolazione dei prodotti alimentari;
4° CFU: i marchi dei prodotti alimentari e la loro importanza giuridica ed economica;
5°: le regole sull’origine e la provenienza dei prodotti alimentari e le regole di etichettatura;
6°: le altre principali regole per la produzione e commercializzazione di prodotti alimentari;
7° CFU: le frodi alimentari.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L’insegnamento prevede lezioni frontali con utilizzo di slides e tavole sinottiche e la realizzazione delle seguenti attività:
- lavori di gruppo per applicare le conoscenze generali acquisite a specifici temi o problemi di attualità;
- al momento della presentazione di lavori di gruppo, scambi di ruolo con gli studenti chiamati a salire in cattedra per presentare ai compagni i loro lavori che vengono pubblicati sulla piattaforma Moodle ed entrano a far parte del programma di esame (questo metodo stimola la capacità di esposizione chiara e logica di chi prepara il lavoro e le domande e la curiosità di chi ascolta la presentazione);
- brainstorming in classe con gli studenti per sviluppare le loro capacità di analisi logica;
- individuazione dei princìpi del diritto vivente attraverso lo studio di casi concreti realmente accaduti e proposti dalla prassi giurisprudenziale;
- presentazione dei problemi attraverso il dialogo con gli studenti per sviluppare la loro capacità di analisi critica;
- svolgimento di prove in itinere per verificare il profitto al termine di cicli omogenei di lezioni.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per gli studenti frequentanti saranno forniti all'inizio e durante il corso le parti dei testi, articoli, leggi e sentenze da studiare, oltre alle slides e alle tavole sinottiche delle lezioni.
Per gli studenti non frequentanti verranno comunicate attraverso Moodle le parti specifiche dei testi di riferimento e del materiale didattico fornito a lezione.
Testi di riferimento:
  • Docente, --. --: --, --. Per istituzioni di diritto: Materiale didattico fornito dal docente e caricato sulla piattaforma Moodle Cerca nel catalogo
  • COSTATO, BORGHI, RIZIOLI e a., Compendio di diritto alimentare. --: --, --. Per diritto dell’alimentazione, a scelta (http://www.libreriadelgiurista.it/libri/9788813352806/compendio-di-diritto-alimentare.html) Cerca nel catalogo
  • RUSCONI, Diritto alimentare. --: --, --. Per diritto dell’alimentazione, a scelta (https://shop.wki.it/Ipsoa/Libri/Diritto_alimentare_s625181.aspx?gclid=EAIaIQobChMI_b6wltjC2wIVgc) Cerca nel catalogo
  • Docente, --. --: --, --. Per diritto dell’alimentazione: Materiale didattico fornito dal docente e caricato sulla piattaforma Moodle Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Working in group
  • Questioning
  • Problem solving
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Consumo e produzione responsabili