Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)
Insegnamento
ASPETTI EDUCATIVI NELLE PATOLOGIE IN ETA' EVOLUTIVA
MEP3052082, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)
ME1847, ordinamento 2011/12, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese EDUCATIONAL ASPECTS OF CHILDHOOD DISORDERS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Neuroscienze (DNS)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dns/course/view.php?idnumber=2019-ME1847-000ZZ-2017-MEP3052082-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede ROVIGO
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE)

Docenti
Responsabile FIORENZA SCAGNETTO
Altri docenti CRISTIANA NACCARELLA
MARTINA PIGAZZI MED/38

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Scienze dell'educazione professionale sanitaria MED/48 5.0
CARATTERIZZANTE Scienze interdisciplinari e cliniche MED/39 2.0
CARATTERIZZANTE Scienze medico chirurgiche MED/38 2.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 90 135.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 ASPETTI EDUCATIVI NELLE PATOLOGIE IN ETA' EVOLUTIVA 01/10/2019 30/09/2020 SCAGNETTO FIORENZA (Presidente)
NACCARELLA CRISTIANA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Nozioni di base di anatomia e fisiologia

Nozioni di psicologia generale, basi di pedagogia
Conoscenze e abilita' da acquisire: - Conoscere il continuum tra normalità e patologia individuando i diversi quadri sintomatologici finalizzati al riconoscimento di sintomi indicanti un’alterazione del quadro di normalità.
- Tecniche e strategie al fine una presa in carico iniziale conoscitiva del sistema familiare ed osservativa del bambino.
- Comprensione del proprio ruolo di educatore e aree di intervento all’interno dell’equipe multidisciplinare.
- Acquisire capacità osservativa e critica, individuando strumenti, metodologie, strategie pratiche ed operative per il lavoro con bambini con diversi quadri patologici.
Modalita' di esame: Prova scritta a scelta multipla e/o domande aperte più prova orale
Criteri di valutazione: Lo studente dovrà dimostrare di aver
- Aver acquisito un quadro completo di conoscenze a livello teorico
- Essere in grado di padroneggiare un linguaggio tecnico specifico
- Essere in grado di rilevare nei diversi quadri diagnostici le peculiarità inserendole nel contesto familiare e sociale del bambini.
- Essere in grado di avanzare ipotesi di attività ed interventi operativi specifici su casi clinici.
- Aver acquisto una capacità critica rispetto agli argomenti trattati.
Contenuti: Prof.ssa NACCARELLA
1.Organizzazione di un Servizio NPI: Figure cliniche e riabilitative presenti. Tipologia di utenza afferente.
2.Tutela minori e ambito normativo
3.Tappe dello sviluppo neuromotorio, sensoriale, comunicativo, affettivo-relazionale
4.Concetto di normalità e patologia
5. Il significato della malattia nella prima infanzia, in latenza e in adolescenza
6.Accenni alle principali classificazioni (ICD 10, DSM, Classificazione 0-3) e utilità di un loro utilizzo
7.Approccio educativo ai disturbi del neurosviluppo in infanzia e adolescenza prediligendo alcuni quadri: Disabilità intellettiva, disturbi dello spettro autistico, ADHD, disturbo d'ansia e dell'umore differenziando la sintomatologia nelle diverse fasi dello sviluppo, disturbo della condotta alimentare, comportamenti dirompenti, maggiori disturbi di personalità. Patologie da dipendenza (sostanze, gioco, videogiochi). Emergenze/urgenze psichiatriche (esordio psicotico, tentativi di suicidio, condotte autolesive). Principali quadri clinici genetici, epilessia. Figli di genitori con patologia psichiatrica.
8.La collaborazione con la scuola : Certificazione scolastica. Disturbi specifici dell’apprendimento(DSA). Bisogni educativi speciali (BES).

Prof.ssa PIGAZZI
1.PEDIATRIA ambito e specificitá: Il neonato: classificazione e caratteristiche; adattamento alla vita extrauterina,Manovre obbligatorie in Sala Parto e valutazione del neonato. Definizione di prematuro e patologia più frequente. Alimentazione nel 1°anno di vita: latte materno, latte di formula, divezzamento. Controlli di salute nel bambino Accrescimento e tappe dello sviluppo - Principali disturbi della crescita. PS e triage. Il dolore nel bambino La febbre
2.GENETICA ambiti e specificità in Pediatria. La genetica di MENDEL, mutazioni dei CROMOSOMI del DNA; Diagnosi prenatale; Consulenza genetica-familiarità e rischio riproduttivo. Le più frequenti sindromi genetiche. Malattie genetiche non mendeliane rare: mitocondriali .Gli screening metabolici nel neonato, le malattie genetiche ad esordio neonatale, complicanze e terapia.
3. INFEZIONI E MALATTIE METABOLICHE Infezione congenite (toxoplasmosi, cytomegalovirus, herpes,rosolia, EBvirus), Vaccinazioni. Cenni di patologie infettiva: meningoencefaliti; Infezioni delle vie respiratorie e principi di assistenza, fibrosi cistica.
Malattie metaboliche con particolare riguardo a obesità e diabete e celiachia. Cenni di patologie dell’apparato gastrointestinale: vomito, diarrea, RGE, disidratazione, celiachia; patologie dell’apparato cardiovascolare e renale. TUMORI IN Età PED, con particolare attenzione alle leucemie acute.

Prof.ssa SCAGNETTO
1-Definizione di psicologia clinica e tipologia di interventi.
2.Strumenti nella relazione d’aiuto a matrice educativa
3.Principali modelli teorici psicologici di rifermento nella pratica dell’educatore.
4.Il ciclo di vita del familiare
5.Definizione di psicopatologia, psicopatologia interpretativa, descrittiva, differenziale
6. Diagnosi : Diagnosi clinica e funzional. La consegna della diagnosi
7 Il lavoro in equipe: Figure coinvolte e importanza della rete. Supervisione come strumento di monitoraggio e supporto
8.Casi clinici e situazioni operative ai disturbi del neurosviluppo infanzia e adolescenza nell’ottica educativa, psicoeducativa e riabilitativa: disabilità intellettiva, disturbi della comunicazione, disturbi dello spettro dell’autismo, da deficit di attenzione e iperattività, specifici dell’apprendimento, disturbi del movimento, disturbo oppositivo provocatorio, disturbo esplosivo intermittente, disturbo della condotta, disturbi dell’umore, d’ansia.
9.Approfondimenti: Interventi Assistiti con gli Animali.Plusdotazione e gifted educatio
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: - Lezioni teoriche frontali
- Laboratori
- Discussioni di casi clinici in gruppo
- Simulazioni di lavoro in equipe
- Approfondimenti
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Prof.ssa NACCARELLA
- materiale fornito a lezione

Prof.ssa PIGAZZI
Libro di testo consigliato:
- Badon P., Cesaro S., Assistenza infermieristica in pediatria, Zanichelli editore 2015.
- materiale fornito a lezione

Prof.ssa SCAGNETTO

- Pani R., Biolcati R., Sagliaschi S., Psicologia clinica e psicopatologia per l’educazione e la formazione, Il Mulino editore, 2009. (capitoli 1,2,3,4,5,8,9,10).
- Sorrentino A. M. Figli Disabili. La famiglia di fronte all’handicap. Raffaello Cortina Editore,2006.
-materiale fornito a lezione
Testi di riferimento:
  • Badon, Pierluigi; Cesaro, Simone, Assistenza infermieristica in pediatriaPierluigi Badon, Simone Cesaro. Rozzano: CEA, 2015.
  • Pani, Roberto; Sagliaschi, Samantha, Psicologia clinica e psicopatologia per l'educazione e la formazioneRoberto Pani, Roberta Biolcati, Samanta Sagliaschi. Bologna: il Mulino, 2009.
  • Sorrentino, Anna Maria, Figli disabilila famiglia di fronte all'handicapAnna Maria Sorrentino. Milano: R. Cortina, 2006.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Working in group
  • Work-integrated learning
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Poverta' Zero Salute e Benessere Uguaglianza di genere Energia pulita e accessibile Pace, giustizia e istituzioni forti