Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
NEUROSCIENZE E RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA
Insegnamento
NEUROPSYCHOLOGY OF AGING
PSN1032217, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
NEUROSCIENZE E RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA
PS1091, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese NEUROPSYCHOLOGY OF AGING
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Psicologia Generale
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIORGIA CONA M-PSI/02

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia generale e fisiologica M-PSI/02 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2018-1 01/10/2018 30/09/2019 CONA GIORGIA (Presidente)
BISIACCHI PATRIZIA (Membro Effettivo)
BONATO MARIO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Sono richieste adeguate conoscenze di neuroscienze cognitive e di neuropsicologia. Buona conoscenza dell’inglese.

Per gli studenti che non possiedono i prerequisiti necessari si consigliano i seguenti testi:
- The Neuropsychology handbook. Horton, A. M., & Wedding, D. (2008). Springer Publishing Company.
- Neuroscienze. Esplorando il cervello. Mark F. Bear, Barry W. Connors, Michael A. Paradiso. Elsevier, 3 edizione, 2007
Conoscenze e abilita' da acquisire: Nelle sue articolazioni, il corso ha le seguenti conoscenze e abilità attese:

INVECCHIAMENTO SANO
1. Conoscere i principali cambiamenti neurali
2. Conoscere i principali cambiamenti cognitivi
3. Conoscere i fattori protettivi, che rallentano il declino cognitivo
4. Conoscere il ruolo dei geni e dell'ambiente nell'invecchiamento cognitivo

INVECCHIAMENTO PATOLOGICO
1. Conoscere i profili cognitivi e fisiopatologici delle demenze e altre patologie degenerative (Parkinson, Alzheimer, Demanza vascolare, Lewy Body, Fronto-temporale).
2. Conoscere le linee guida più aggiornate per la valutazione di tali patologie
3. Conoscere le principali batterie e test neuropsicologici

ACQUISIZIONE DI COMPETENZE SU:
1. Come impostare un colloquio clinico
2. Come somministrare i test neuropsicologici
3. Come creare un protocollo di prevenzione al decline cognitivo
4. Come creare un esperimento che abbia come soggetto principale di studio l'invecchiamento
Modalita' di esame: L'esame sarà a computer, durerà 1 ora e sarà composto di due parti.
Una prima parte di 30 domande a scelta multipla (tempo disponibile: 30 minuti) e una seconda parte di 3 domande aperte (a risposta breve, tempo disponibile: 30 minuti).

Lo studente potrà accedere alla seconda parte solo se ha effettuato almeno il 50 % di risposte corrette alle domande a risposta multipla.
Criteri di valutazione: La valutazione riguarderà:
a) Le conoscenze su:
- i cambiamenti cognitivi associati all’invecchiamento sano
- le alterazioni neurali nell’invecchiamento sano
- le principali problematiche cognitive e psicologiche (es., ansia, depressione, problemi del sonno) nell’invecchiamento sano
- le alterazioni cognitive e neurologiche nelle principali patologie associate all’invecchiamento (es., Demenza di Alzheimer, Morbo di Parkinson, ictus…).
- Batterie di valutazione neuropsicologica
- Metodi e strategie di prevenzione del declino cognitivo

b) le competenze su:
- come strutturare un colloquio neuropsicologico
- come somministrare batterie di valutazione
- come sviluppare protocolli di prevenzione del declino cognivito
Contenuti: Il corso si suddividerà in tre parti:
La prima parte si focalizzerà sull’invecchiamento sano e tratterà:
- principali teorie e modelli
- cambiamenti nelle diverse funzioni cognitive (es., memoria, funzioni esecutive), e nei meccanismi neurali ad esse associati
- problematiche dell’anziano (ansia, depressione, cambiamenti nei tratti di personalità, insonnia)
- riserva cognitiva e prevenzione del declino cognitivo
- ruolo dell'attività fisica e alimentazione nel prevenire il declino cognitivo

La seconda parte del corso affronterà i diversi aspetti legati all’invecchiamento patologico, ovverosia la caratterizzazione, la valutazione, e la gestione di disturbi quali:
- Mild Cognitive Impairment (MCI)
- Demenze (es., Alzheimer, Parkinson, fronto-temporale)
- Declino cognitivo causato da patologie cerebro-vascolari

La terza parte coinvolgerà lo studio e la pratica dei principali test neuropsicologici, e le linee guida più aggiornate per la valutazione, la diagnosi differenziale e la gestione delle problematiche dell’anziano.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso prevedrà lezioni frontali, e avrà carattere interattivo, con esercitazioni pratiche sulla somministrazione delle batterie neuropsicologiche, discussione di casi clinici, presentazione e discussione di articoli a scelta dallo studente che integreranno la valutazione ottenuta all’esame finale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Tutto il materiale sarà disponibile sulla piattaforma Moodle o reperibile presso la Biblioteca di Psicologia.

Oltre ai testi di riferimento, costituiscono materiale di studio obbligatorio per frequentanti e non frequentanti le slide delle lezioni e articoli scientifici in lingua inglese (che saranno disponibili sulla piattaforma Moodle).
Articoli scientifici:
1. Hedden T, Gabrieli JDE. Insights into the ageing mind: a view from cognitive neuroscience. Nat Rev Neurosci. 2004;5(2):87-96. doi:10.1038/nrn1323.
2. Park DC, Reuter-Lorenz P. The Adaptive Brain: Aging and Neurocognitive Scaffolding. Annu Rev Psychol. 2009;60(1):173-196. doi:10.1146/annurev.psych.59.103006.093656.
3. Corbetta M, Ramsey L, Callejas A, et al. Common behavioral clusters and subcortical anatomy in stroke. Neuron. 2015;85(5):927-941. doi:10.1016/j.neuron.2015.02.027.
Testi di riferimento:
  • Katzen, Heather L.; Ravdin, Lisa D., Handbook on the neuropsychology of aging and dementia. New York: Springer, 2013. Chapters 1, 2, 5-8, 12, 16-22, 29. Cerca nel catalogo
  • Schaie, K. Warner; Willis, Sherry L.; Knight, Bob G.; Levy, Becca; Park, Denise C., Handbook of the psychology of aging. Amsterdam: Elsevier, 2011. Chapters: 1, 5, 7-13, 15. Cerca nel catalogo
  • Dennis, N. A., & Cabeza, R., Neuroimaging of healthy cognitive aging. --: --, 2008. Book chapter in F. I. M. Craik & T. A. Salthouse (Eds.), Handbook of aging and cognition (pp. 1-54). Mahwah, NJ: Erlbaum. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Problem solving
  • Work-integrated learning
  • Peer feedback
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Scrittura riflessiva

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze