Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA MECCANICA
Insegnamento
MECCANICA DEI SOLIDI (Ult. numero di matricola dispari)
IN09111250, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA MECCANICA
IN0506, ordinamento 2011/12, A.A. 2019/20
Dispari
porta questa
pagina con te
Curriculum FORMATIVO [001PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MECHANICS OF SOLID MATERIALS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile BEATRICE POMARO ICAR/08

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ICAR/08 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
11 A.A. 2018/19 canale matricole pari 01/10/2018 30/11/2019 SANAVIA LORENZO (Presidente)
PESAVENTO FRANCESCO (Membro Effettivo)
BOSO DANIELA (Supplente)
LUISON LORIS (Supplente)
MAZZUCCO GIANLUCA (Supplente)
POMARO BEATRICE (Supplente)
SECCHI STEFANO (Supplente)
XOTTA GIOVANNA (Supplente)
10 A.A. 2018/19 canale matricole dispari 01/10/2018 30/11/2019 POMARO BEATRICE (Presidente)
SALOMONI VALENTINA (Membro Effettivo)
MAZZUCCO GIANLUCA (Supplente)
XOTTA GIOVANNA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente deve possedere le conoscenze relative all'analisi matematica (soluzione di equazioni differenziali ordinarie del primo ordine, soluzioni di semplici integrali, studio di funzioni, sviluppo in serie di Taylor), all'algebra lineare (soluzioni di sistemi di equazioni algebriche lineari, calcolo di autovalori e autovettori) e alla fisica dei corpi solidi (concetto di forza, momento, operazioni sulle forze, elementi di meccanica).
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenza di base della meccanica dei corpi deformabili. Applicazione allo studio di travi e di sistemi di travi anche in condizione di vincoli iperstatici al fine di dimensionare e verificare semplici strutture isostatiche o iperstatiche piane composte da travi, calcolando lo stato tensionale e deformativo e la configurazione deformata.
Modalita' di esame: Prova scritta e, a seguire, prova orale; entrambe le prove sono obbligatorie. La sufficienza nella prova scritta permette l'accesso alla prova orale. La prova scritta ha validita' annuale.
La prova scritta consiste nella risoluzione di una serie di esercizi che comprendono la classificazione e la risoluzione di sistemi piani di travi sia isostatiche che iperstatiche (queste ultime con il metodo delle forze), lo studio cinematico di sistemi di corpi rigidi e la determinazione delle componenti del tensore delle tensioni di Cauchy in travi che si possono studiare con il modello di De Saint-Venant.
Nella prova orale, a completamento di quella scritta, lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze relative agli argomenti trattati durante il corso, padronanza del linguaggio tecnico-scientifico e capacità espositiva.
Criteri di valutazione: Lo studente dovrà dimostrare:
- di aver acquisito le corrette metodologie per il calcolo e la risoluzione di sistemi strutturali piani, dimostrando buone capacità di ragionamento;
- di avere compreso gli argomenti teorici sviluppati durante il corso ed essere capace di creare collegamenti tra gli stessi e rielaborarli criticamente;
- di possedere una buona capacità espositiva e padronanza del linguaggio tecnico-scientifico.
Contenuti: Modelli di strutture, materiali, forze esterne e vincoli. Studio cinematico di sistemi piani di corpi rigidi nell’ipotesi di piccoli spostamenti. Classificazione statico-cinematica. Principio dei lavori virtuali per sistemi di corpi rigidi e linee di influenza. Equilibrio dei corpi in statica. Parametri di sollecitazione nelle travi. Studio delle strutture isostatiche (travi, sistemi di travi e strutture reticolari). Analisi della deformazione: tensore delle piccole deformazioni, relazioni di congruenza, deformazioni principali e direzioni principali di deformazione. Analisi della tensione: vettore tensione e tensore di tensione, teorema di Cauchy ed equazioni di equilibrio indefinito, tensioni principali e direzioni principali di tensione, cerchi di Mohr. Modello costitutivo di materiale: la prova monoassiale, materiale elastico-lineare, omogeneo e isotropo (legge di Hooke generalizzata). Il problema elastico e cenni della sua risoluzione con il metodo delle forze e quello degli spostamenti. Teorema dei Lavori Virtuali e sua formulazione per sistemi di corpi continui e sistemi di travi (equazioni di Muller-Breslau). Criteri di resistenza per materiali duttili o fragili. Analisi della deformazione della trave piana inflessa. Studio di sistemi iperstatici con il metodo delle forze. Geometria delle aree: momenti di primo e secondo ordine, baricentro, assi principali d’inerzia. Trave di De Saint-Venant: determinazione dello stato di tensione nelle travi spaziali generato da sforzo normale, flessione retta e deviata, presso/tenso-flessione retta e deviata, torsione e taglio. Stabilità dell'equilibrio elastico per sistemi continui con determinazione del carico critico euleriano di aste compresse e semplici telai piani.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Didattica frontale, articolata in lezioni ed esercizi svolti alla lavagna o utilizzando il tablet.
Il materiale didattico sarà a disposizione degli studenti tramite la piattaforma moodle di Ateneo.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Appunti dalle lezioni e testi di riferimento.
Altri testi di consultazione:
L.Simoni, Lezioni di Scienza delle Costruzioni, Libreria Progetto Padova.
L. Nunziante, L. Gambarotta, A. Tralli, Scienza delle Costruzioni, McGraw-Hill.
A. Di Tommaso, Fondamenti di scienza delle costruzioni, Bologna: Patron Ed., 1981. Voll. 1 e 2.
E. Viola, Esercitazioni di Scienza delle Costruzioni/1 e /2: strutture isostatiche e geometria delle masse; strutture iperstatiche e verifiche di resistenza, Pitagora Ed Bologna.
L. Corradi dell’Acqua, Meccanica delle Strutture 1, 2, 3, McGraw-Hill.
C. Casini, M. Vasta, Scienza delle Costruzioni, Città Studi ed.
A. Carpinteri, Scienza delle Costruzioni, volumi 1 e 2, Pitagora Ed, Bologna.
A. Carpinteri, G. Lacidogna, M. Paggi, Calcolo delle strutture isostatiche, Pitagora Ed.
A. Carpinteri, G. Lacidogna, C. Surace, Calcolo dei telai piani
R.C. Hibbeler, Mechanics of materials, Pearson Prentice Hall.
M. Bertero, S. Grasso, Esercizi di Scienza delle Costruzioni, Levrotto&Bella, Torino.
Testi di riferimento:
  • Majorana, Carmelo; Salomoni, Valentina, Scienza delle costruzioniCarmelo Majorana, Valentina Salomoni. [Milano]: Novara, CittàStudi, De Agostini scuola, 2007. Cerca nel catalogo
  • Salomoni, Valentina, Esercizi di scienza delle costruzioniValentina Salomoni ... [et al.]. Padova: Progetto, 2016. Cerca nel catalogo
  • Lenci, Stefano, Lezioni di meccanica strutturaleStefano Lenci. Bologna: Pitagora Editrice, 2009. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)