Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO
Insegnamento
LABORATORIO: COMPOSIZIONE SCENICA
LEO2045861, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Ord. 2018)
LE0606, ordinamento 2018/19, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 3.0
Tipo di valutazione Giudizio
Denominazione inglese STAGE ARRANGEMENT WORKSHOP
Sito della struttura didattica http://www.beniculturali.unipd.it/www/homepage/
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Ord. 2018)

Docenti
Responsabile CRISTINA GRAZIOLI L-ART/05

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro -- 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 3.0 24 51.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/09/2018
Fine attività didattiche 28/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 2016/18 01/12/2017 30/11/2018 GRAZIOLI CRISTINA (Presidente)
MAINO MARZIA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Non è richiesta alcuna esperienza teatrale precedente.
Conoscenze e abilita' da acquisire: - acquisizione di una maggiore consapevolezza di presenza corporea e delle leggi del movimento nello spazio
- capacità di sviluppare autonomamente forme espressive vocali e corporee a partire da stimoli forniti dal/la conduttore/conduttrice del laboratorio
- fondamenti dell’elaborazione di un soggetto di drammaturgia in termini scenici
- capacità di collaborazione con i componenti del gruppo di lavoro
- miglioramento delle capacità comunicative e relazionali all'interno di un gruppo di lavoro in ambito teatrale
- miglioramento delle capacità espressive
Modalita' di esame: Non sono previste prove finali, ma una valutazione dell'attività complessiva al termine del laboratorio. La valutazione si esprimerà mediante il giudizio sintetico di "approvato" "non approvato".
Criteri di valutazione: - Impegno e motivazione nelle attività individuali e di gruppo
- presenza (il minimo richiesto per l'attività, a frequenza obbigatoria, ammonta al 75% delle ore)
Contenuti: LABORATORIO DI COMPOSIZIONE SCENICA.
Un confine: io e l'altro ; il dentro e il fuori

l laboratorio sarà attivo a partire dal II secondo semestre. Nel mese
di febbraio verranno comunicati il calendario con date, orari e luogo
(probabilmente nella prima metà di marzo oppure seconda metà di maggio)

- L’attore : corpo, spazio, percezione nella relazione con gli altri elementi della scena
- tecniche recitative e relazioni con il personaggio
- drammaturgia : analisi del testo per l’azione: come aprire il testo, la vita dei personaggio, come scegliere le circostanze che permetteranno all’azione di apparire e all’attore di agire.
Sono le circostanze del personaggio che l’attore mette dentro di sé che permettono all’azione di apparire.
L’azione implica una trasformazione interiore.
- che cosa può essere l’azione? come fare in modo che l’azione avvenga? L’attore ha tre possibilità per esprimersi: il silenzio, il comportamento, la parola.

“L’azione è come il colore per un pittore o il suono per un musicista” A. Vassiliev
Strumento drammaturgico di ricerca per il lavoro saranno testi (drammaturgici, poetici, pittorici, ecc.) scelti dal conduttore/conduttrice del laboratorio.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Si esploreranno diverse concezioni del lavoro dell’attore anche in relazione alle diverse poetiche registiche. La forma di apprendimento sarà quella del laboratorio che prevede partecipazione continuativa e attiva dei partecipanti.
Punto di partenza del lavoro saranno soggetti drammaturgici che potranno coincidere con un testo drammatico ma anche con materiali differenti (poesia, pittura, fotografia, arti visive).
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Non essendovi un esame finale non vi è una specifica bibliografia. Nel corso del laboratorio, tuttavia, si richiederà la lettura di testi scelti come materiale di elaborazione scenica.

Il laboratorio sarà attivo a partire dal II secondo semestre. Nel mese
di febbraio verranno comunicati il calendario con date, orari e luogo.
Testi di riferimento:

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Working in group
  • Action learning
  • Story telling
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Visione di spettacoli

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Istruzione di qualita' Ridurre le disuguaglianze