Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI E ATTIVITA' DELEGATE
GIP9088157, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2017)
GI0270, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese LAW OF PROCEEDINGS FOR ENFORGEMENT IN IMMOVABLES
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LUCA PRENDINI IUS/15

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINI O INTEGRATIVE D.M.270/04 Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare IUS/15 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Syllabus
Prerequisiti: E' consigliato il possesso di nozioni istituzionali di Diritto processuale civile
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine dell’attività formativa, lo studente dovrebbe avere acquisito conoscenze e competenze relative ai principali temi e alle più importanti questioni della materia delle espropriazioni immobiliari e delle attività delegate.
Ci si attende, in particolare, che lo studente sia in grado di procedere, in autonomia, alle seguenti attività:
1) conoscere e ricordare le norme giuridiche contenute nel codice di procedura civile, nel codice civile e nelle leggi speciali, aventi ad oggetto la struttura e la funzione del processo di esecuzione forzata, in generale, e dell’espropriazione immobiliare, in particolare;
- ricordare, dall’insegnamento di Diritto processuale civile, le definizioni di base e le disposizioni generali della materia, contenute nel primo libro del codice di procedura civile;
- comprendere la disciplina del processo di esecuzione forzata, in generale, e dell’espropriazione immobiliare, in particolare, e le sue relazioni con la disciplina del diritto civile e del diritto processuale civile generale;
- leggere e comprendere una pronuncia giurisprudenziale, avente ad oggetto la materia, che forma oggetto del corso;
- interpretare le norme con metodo sistematico, secondo gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali (conoscenza e capacità di comprensione);
2) applicare le interpretazioni acquisite a fattispecie concrete;
- svolgere, attraverso le tecniche proprie dell'argomentazione giuridica, la risoluzione di casi pratici, sotto la guida del Docente (capacità di applicare conoscenza e comprensione);
3) sapere analizzare autonomamente, con metodo critico, pronunce giurisprudenziali e casi della realtà, attraverso il procedimento di interpretazione del fatto e la sua qualificazione giuridica (autonomia di giudizio);
4. saper esporre in pubblico le conclusioni della propria analisi della pronunzia o del caso concreto, adeguatamente motivandole sulla base delle norme e degli orientamenti interpretativi (abilità comunicative);
5. collegare i diversi argomenti trattati tra loro, con le discipline di base e affini.
Gli Studenti frequentanti potranno essere in grado di agire, eventualmente, anche in un contesto di studio collettivo dei casi; sapere valutare le soluzioni alternative alle diverse fattispecie concrete (capacità di apprendere).
Modalita' di esame: La valutazione finale, con voto in trentesimi, consegue a una prova orale che prevede minimo due domande, con riferimento alle parti indicate dei testi consigliati.
Criteri di valutazione: La verifica finale mira a valutare, se lo Studente abbia conoscenza e comprensione degli istituti. La soglia della sufficienza sarà raggiunta, quando lo Studente avrà mostrato conoscenza e comprensione degli istituti, nonché competenze applicative minime. Al di sotto di tali soglie, l'esame risulterà insufficiente. Il voto della prova orale viene comunicato immediatamente, al termine della prova stessa.
Contenuti: Il Corso si propone di approfondire l'espropriazione immobiliare, coordinando l'aspetto processuale e quello sostanziale, anche in tema di pubblicità/opponibilità ai terzi.
Verrà valutata la compatibilità costituzionale delle numerose riforme, che si sono succedute negli ultimi anni, nella materia delle espropriazioni immobiliari e, in particolare, dell'esigenza di accelerare il processo esecutivo, senza comprimere la tutela giurisdizionale costituzionalmente garantita.
L'evoluzione giurisprudenziale riguardante singoli temi potrà stimolare gli studenti ad una considerazione critica dei risultati, cui pervengono i provvedimenti adottati e sulle relative motivazioni.
Il processo di esecuzione nei suoi aspetti generali; processo esecutivo e principi generali del processo civile; l’espropriazione forzata in generale; il pignoramento e i suoi effetti sostanziali; l’espropriazione immobiliare; la vendita forzata e i suoi effetti sostanziali. La delega delle operazioni di vendita in sede di espropriazione. Il titolo esecutivo e la sua utilizzazione soggettiva. Gli atti prodromici: il pignoramento immobiliare ed i suoi effetti sostanziali. L’intervento dei creditori ex art. 499 c.p.c.. La vendita immobiliare: modalità ed effetti sostanziali. L’assegnazione: modalità ed effetti sostanziali. La distribuzione del ricavato ex art. 512 c.p.c.. Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 619 c.p.c.. Le attività preliminari: esame della documentazione e perizia di stima. I rapporti tra esperto, custode e delegato e giudice dell'esecuzione. L’individuazione degli immobili. Le formalità potenzialmente pregiudizievoli: a) le trascrizioni delle domande giudiziali; le trascrizioni dei preliminari; b) i sequestri penali; c) le ipoteche ex art.2812 c.c.. L’azione di restituzione (artt. 561 e 563 c.c.). La continuità delle trascrizioni. La predisposizione dell'avviso di vendita ed il contenuto della pubblicità. L’esame delle offerte; la verbalizzazione; le operazioni successive. Il decreto di trasferimento ex art. 586 c.p.c.. Le formalità da cancellare. L’assegnazione e l’assegnazione a favore di un terzo. L’espropriazione dei beni immobili "culturali". Formazione ed approvazione del progetto di distribuzione. Ordine di liberazione. Il compenso dell’esperto, del custode e del delegato.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Ogni lezione apre la strada ai quesiti da parte degli studenti. Un ulteriore approfondimento avviene in sede di ricevimento degli Studenti".
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Anche durante le lezioni, è consigliato l'utilizzo di un codice di procedura civile aggiornato.
Testi di riferimento: