Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
BIOTECNOLOGIE PER L'ALIMENTAZIONE
Insegnamento
GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE DI PRODOTTI AGRO-ALIMENTARI
AVP9086179, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
BIOTECNOLOGIE PER L'ALIMENTAZIONE
IF0362, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum BIOTECNOLOGIE PER L'ALIMENTAZIONE [001LE]
Crediti formativi 8.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENETICS AND MOLECULAR BIOLOGY OF AGRI-FOOD PRODUCTS
Sito della struttura didattica https://www.agrariamedicinaveterinaria.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione (BCA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scuolaamv/
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede LEGNARO (PD)
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARIA ELENA MARTINO BIO/13
Altri docenti LUCA BARGELLONI BIO/13

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative AGR/17 4.0
CARATTERIZZANTE Discipline biotecnologiche comuni BIO/13 4.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 8.0 64 136.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Syllabus
Prerequisiti: Si richiedono conoscenze di base di biologia vegetale, matematica e biochimica.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente acquisisce conoscenze di genetica formale, quantitativa e di genetica delle popolazioni che consentono di comprendere i meccanismi di trasmissione dei caratteri e di analizzare fenomeni biologici quali il polimorfismo, la dinamica delle popolazioni vegetali e le loro risposte adattative. Acquisisce le conoscenze di base per l’analisi della variabilità genetica e della struttura genetica delle popolazioni. Apprende i meccanismi molecolari dei principali processi biologici alla base del mantenimento dell’informazione genetica e della sua espressione. Acquisisce conoscenze teorico/pratiche riguardo le tecniche biomolecolari di base che gli consentono di affrontare aspetti applicativi inerenti l’ingegneria genetica e le biotecnologie.
Modalita' di esame: Al termine del corso l’esame di “Principi di genetica” verrà svolto in forma scritta con domande a scelta multipla, esercizi sulla genetica formale e di popolazione e alcune domande brevi e aperte. Nelle successive sessioni l’esame sarà orale; durante l'esame orale, della durata di circa 45 minuti, allo studente sarà chiesto di risolvere alcuni esercizi e rispondere a domande sulla genetica formale, la genetica quantitativa e la genetica delle popolazioni.
L’esame di “Principi di biologia molecolare” verrà svolto in forma orale. Durante l'esame, della durata di circa 1 ora, verranno poste domande riguardanti i concetti di base della disciplina e si testerà la capacità degli studenti di utilizzare le tecniche biomolecolari di base per applicazioni inerenti l’ingegneria genetica e le biotecnologie.
Criteri di valutazione: Lo studente deve dimostrare di aver acquisito i concetti proposti durante le lezioni, di saperli discutere criticamente e con proprietà di linguaggio.
Contenuti: PRINCIPI DI GENETICA:
1° Credito: Riproduzione sessuale e variabilità genetica. Richiami di Genetica mendeliana. Alleli multipli e polimorfismo genetico. Eredità citoplasmatica. Principi di statistica applicati all’analisi genetica.
2° Credito: Associazione e ricombinazione, mappe genetiche. Test a due e tre punti.
3° Credito: I caratteri poligenici. Variazione genetica e variazione ambientale. Ereditabilità dei caratteri. Teoria della selezione. Interazione genotipo-ambiente.
4° Credito: Struttura genetica delle popolazioni autogame ed allogame. Frequenze geniche e genotipiche. La legge di Hardy-Weinberg. Processi che fanno variare le frequenze geniche.

PRINCIPI DI BIOLOGIA MOLECOLARE:
1° CFU: Macromolecole di interesse biologico (DNA, RNA). Struttura e replicazione del DNA. Trascrizione procariotica ed eucariotica: RNA polimerasi, promotori, fattori trascrizionali, inizio, allungamento e terminazione della trascrizione, maturazione del trascritto primario eucariotico.
2° CFU: Traduzione: codice genetico, t-RNA, ribosomi, inizio, allungamento e terminazione della traduzione, aminoacil t-RNA sintetasi e peptidil transferasi.
3° CFU: Controllo espressione genica in procarioti (fattori sigma, operoni e proteine regolatorie, repressori, induttori) ed eucarioti (fattori di trascrizione, proteine regolatorie, ruolo della struttura della cromatina, metilazione del DNA, controlli post-trascrizionali). RNA come regolatore: RNA antisenso, RNA interfering.
4° CFU: Purificazione DNA/RNA. Tecniche analitiche di base: gel elettroforesi, Southern-, Northern- e Western-blotting. PCR e RT-PCR. DNA ricombinante: Clonazione di una sequenza di DNA, enzimi di restrizione e di modificazione, vettori, trasformazione batterica.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso prevede lezioni frontali ed esercitazioni in aula volte alla soluzione di esercizi riguardanti la genetica mendeliana, la costruzione di semplici mappe genetiche, la stima delle frequenze geniche e genotipiche nelle popolazioni, l’analisi di sequenze nucleotidiche, il disegno di primers, il clonaggio. Agli studenti è data l'opportunità di acquisire il metodo di indagine genetica e di applicare test statistici ai dati sperimentali per la verifica di ipotesi teoriche. Prima di affrontare nuovi argomenti si ripasseranno le principali nozioni acquisite precedentemente mediante domande agli studenti ed esercitazioni pratiche. Si raccomanda pertanto la frequenza delle lezioni.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per facilitare la comprensione dei concetti proposti e per fornire esempi o casi di studio, le lezioni sono supportate da diapositive. Queste possono essere rese disponibili al link https://elearning.unipd.it/scuolaamv/
Il docente riceve gli studenti al termine delle lezioni o su appuntamento nello studio del docente.
Testi di riferimento:
  • Barcaccia G., Falcinelli M., Genetica e Genomica, vol. I, II. --: Liguori Editore, 2008. Cerca nel catalogo
  • Lorenzetti F. Ceccarelli S., Rosellini D., Veronesi F., Genetica Agraria. Bologna: Patron Editore, 2011. Cerca nel catalogo
  • Hartl D., Jones E., Genetica, Analisi di geni e genomi. --: Edises, 2010. Cerca nel catalogo
  • Lewin B., Krebs J.E., Goldstein E.S., Kilpatrick S.T., Il Gene X. Bologna: Zanichelli Editore, 2012. Cerca nel catalogo
  • Alberts B., Johnson A., Lewis J., Raff M., Roberts K., Walter P., Biologia. Bologna: Zanichelli Editore, 2009. Cerca nel catalogo