Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
PSICOLOGIA SOCIALE, DEL LAVORO E DELLA COMUNICAZIONE
Insegnamento
PSICOLOGIA DELLE RELAZIONI FINE-VITA, PERDITA E MORTE
PSN1032491, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
PSICOLOGIA SOCIALE, DEL LAVORO E DELLA COMUNICAZIONE
PS1087, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PSYCHOLOGY OF LOSS, DEATH AND DYING RELATIONSHIPS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile INES TESTONI M-PSI/05

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-PSI/05 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 TESTONI INES (Presidente)
BOCCATO ANGELO (Membro Effettivo)
DI LUCIA SPOSITO DANIELA (Membro Effettivo)
ZAMPERINI ADRIANO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: E' necessario possedere una preparazione di base di storia della psicologia, psicologia delle relazioni e dei processi emotivo-affettivi. E' altresì necessario avere le basi di una prospettiva non riduzionista a culturale della psicologia, al fine di comprendere il rapporto tra dimensione psicologica, religiosa e spirituale nella gestione del dilemma esistenziale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso fornisce le conoscenze per un approccio consapevole ai temi della morte e del morire, per la formazione, il sostegno e l’accompagnamento.
Le abilità da acquisire riguardano gli aspetti teorici e metodologici per la gestione delle relazioni nel lutto, nelle cure palliative, nei processi di decisione, per la prevenzione e per l’elaborazione dello stress e della sofferenza determinato dal contatto con la morte.
Modalita' di esame: L'esame è diviso in due parti:
a) la prima forma di valutazione riguarda la capacità degli studenti di affrontare con lavoro di gruppo e apprendimento tra pari i temi relativi ai death studies. Viene valutata la capacità di cooperare con i compagni e anche l'impegno profuso per la produzione di una review finale (documentata con un paper) che presenti anche l'idea progettuale.
b) la seconda forma di valutazione avviene con una prova scritta a domande aperte. Le domande saranno relative ai nodi fondamentali indicati nel Syllabus. Si prevedono 3 domande per ogni volume da presentare all'esame (1h, 30' in totale)
Le due prove sono valutate in trentesimi e la media matematica tra i due esiti costituisce il voto finale.
Criteri di valutazione: Dimostrare la capacità di ragionare in modo critico rispetto alle comuni rappresentazioni della morte
Dimostrare la capacità di comprendere le relazioni tra dolore per la perdita e dimensione storico-culturale
Capacità di adottare la prospettiva interculturale nell'analisi dei problemi legati alla morte
Contenuti: I contenuti del corso saranno i seguenti:
La morte e il morire: fattori biologici e culturali e loro trasformazione nella storia; psicologia, sociologia e filosofia della religione e della morte; ritualità funeraria e simboliche del trapasso; Terror Management Theory; teoria dell’attaccamento.
Cure palliative e Medical Humanities Approach, Narrative Medicine, approccio multidisciplinare; qualità della vita e gestione del dolore/sofferenza nella terminalità; OMS e impostazione dell’intervento di rete.
Bioetica e biodiritto; gestione sociale del morire; direttive anticipate; decision making processes diritto di auto-determinazione, direttive anticipate e Convenzione di Oviedo.
Elaborazione del lutto, lutto complicato e lutto traumatico; intervento psicologico nell’ambito della tanatologia e della clinica.
Una particolare attenzione verrà offerta all'evoluzione del pensiero occidentale relativo alla rappresentazione ontologica della morte.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento consisterà essenzialmente in lezioni frontali. Saranno proposti lavori di gruppo, esercitazioni su materiali forniti, presentazioni di casi. Sarà molto apprezzato l'intervento attivo degli studenti, con proposte di temi da approfondire. In particolare verranno organizzati gruppi di lavoro per project-works che saranno valutati.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Testoni I. (2011). “Dopo la notizia peggiore”. Piccin, Padova Parti da studiare:
Introduzione (tutta)
Parte prima, capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 10, 11, 12
Parte seconda, capitoli: 14, 15, 16, 17, 18
Testi di riferimento:
  • Testoni I., L'ultima nascita. Psicologia del morire e death education. Torino: Bollati Boringhieri, --. Cerca nel catalogo
  • Testoni I., Dopo la notizia peggiore. Padova: Piccin, --. Cerca nel catalogo
  • Solomon S. et al., The worm at the core. New York: Penguin, --. Only the ERASMUS STUDENTS are supposed to study this texts, but only this one. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Working in group
  • Story telling
  • Peer feedback
  • Videoriprese realizzate dal docente o dagli studenti
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Peer review tra studenti

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Kaltura (ripresa del desktop, caricamento di files su MyMedia Unipd)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti