Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
STORIA
Insegnamento
FILOSOFIA TEORETICA
LE07103020, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
STORIA
LE0600, ordinamento 2016/17, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese THEORETICAL PHILOSOPHY
Sito della struttura didattica www.dissgea.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANDREA ALTOBRANDO M-FIL/01
Altri docenti LUCA CORTI M-FIL/01

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEL1005560 FILOSOFIA TEORETICA ANDREA ALTOBRANDO LE0599

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline filosofiche, pedagogiche, psicologiche e storico-religiose M-FIL/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2016

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
8 Commissioni a.a. 2019-2020 01/10/2019 30/11/2020 ALTOBRANDO ANDREA (Presidente)
CORTI LUCA (Membro Effettivo)
CAMPANA FRANCESCO (Supplente)
NUNZIANTE ANTONIO MARIA (Supplente)
7 commissioni a.a.2018-2019 01/10/2018 30/11/2019 NUNZIANTE ANTONIO MARIA (Presidente)
ILLETTERATI LUCA (Membro Effettivo)
MIOLLI GIOVANNA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: E' fortemente consigliato, sebbene non obbligatorio, aver già sostenuto alcuni degli esami di base contenuti nel piano didattico, ovvero aver già acquisito alcune conoscenze, sia pure generali, di storia della filosofia e di filosofia teoretica.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di far acquisire:
(I) competenze analitiche (saper analizzare un problema, individuando i singoli elementi che lo compongono);
(II) competenze di ricostruzione storica (saper ricostruire un processo individuandone gli elementi specifici);
(III) competenze ermeneutiche (saper interpretare testi, contesti e situazioni).
Modalita' di esame: L'esame consisterà in un colloquio orale della durata di 20 minuti. Saranno formulate allo studente 4 questioni e verrà assegnato un tempo di risposta di ca 5 minuti per ciascuna.
La prima questione è di carattere generale e riguarda i contenuti generali del corso (domanda di orientamento);
La seconda e la terza questione sono di analisi testuale: si chiede allo studente di analizzare, interpretare e contestualizzare un brano tratto dai testi di letteratura primaria affrontati nel corso.
La quarta questione viene infine articolata al momento, sulla base della risposta alle prime tre. Può nuovamente vertere su un tema di carattere generale, oppure viceversa può riguardare una questione di approfondimento. Può collegarsi alla letteratura primaria o a quella secondaria.
Criteri di valutazione: Conformemente agli obiettivi del corso, verranno valutate in sede di esame le seguenti capacità dello studente:

I - la capacità di saper identificare e utilizzare gli argomenti filosofici trattati nel corso;
II - la capacità di ricostruire storicamente alcuni dei temi trattati nel corso;
III- la capacità di saper analizzare criticamente i testi discussi a lezione e indicati nel programma d'esame.
Contenuti: l corso tratterà del ruolo della coscienza nella fondazione della conoscenza e del rapporto tra mente, mondo e realtà corporea. Si prenderanno le mosse dalle Meditazioni di Cartesio, le quali costituiscono uno dei paradigmi epistemologici fondamentali e dominanti di tutta la filosofia moderna e contemporanea. Anche quando contestato, il confronto con tale paradigma è risultato, e ancora risulta, fondamentale per la stessa costruzione di paradigmi alternativi. Durante le lezioni, si tratterà soprattutto di comprendere: a. le ragioni e gli obiettivi che hanno condotto Cartesio alla costruzione di un paradigma epistemologico che ascrive un ruolo fondamentale alla coscienza nell’edificazione della conoscenza (scientifica); b. il percorso “logico” che conduce alla edificazione di tale paradigma e le sue premesse; c. le implicazioni metafisiche che, nel quadro cartesiano, emergono dal paradigma. Dopo aver criticamente affrontato la costruzione del paradigma cartesiano, si vedrà (se e) come esso venga ripreso e trasformato da Husserl. Il confronto con Cartesio è fondamentale per Husserl e per la comprensione sia del suo metodo “fenomenologico” – metodo che costituisce uno dei più rilevanti e influenti paradigmi che si abbiano avuto dopo Cartesio e che ancora fortemente influenza il dibattitto filosofico contemporaneo. Durante le lezioni si misureranno sia la distanza tra il paradigma cartesiano e quello husserliano, che la continuità tra i due, al fine, in particolare, di capire se e come superare le problematicità che i critici di entrambi gli autori hanno evidenziato. Per giungere a tale risultato, un’ultima parte del corso verrà dedicata ad autori che nel Novecento hanno criticato, in modo anche piuttosto vigoroso, oltre che acuto, il paradigma cartesiano, sia da un punto di vista dei presupposti, che delle argomentazioni addotte nella sua costruzione e, non ultimo, per quanto concerne le sue (presunte) implicazioni metafisiche. Uno degli obiettivi del confronto con tali “critici” del paradigma cartesiano consiste proprio nel comprendere se e come la “trasfigurazione” che Husserl ha operato di tale paradigma offra la possibilità di soddisfare l’esigenza di costruzione rigorosa di una scienza con basi incontrovertibili e tendenzialmente apodittica che sia immune nei confronti delle critiche considerate.
A Cartesio verranno dedicati circa 1/3 delle lezioni, durante i quali verranno fornite: un'introduzione generale al suo pensiero (ca 5h); una lettura integrale delle “Meditazioni metafisiche" (ca 16h). A Husserl verranno dedicati i seguenti 1/3 circa delle lezioni, durante i quali verranno fornite: un'introduzione generale al suo pensiero (ca. 5h); una lettura integrale delle “Meditazioni cartesiane” (ca. 16h). Nell'ultimo terzo delle lezioni (21h) si condurrà un confronto critico tra il pensiero dei due autori e si considereranno alcune discussioni critiche del loro pensiero da parte di filosofi della seconda metà del XX secolo (L. Wittgenstein, G. Ryle, W. Sellars e R. Rorty).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: All'inizio delle lezioni verrà caricato in Moodle il calendario completo delle lezioni (indicando giorno per giorno gli argomenti che verranno trattati). 
La metodologia di insegnamento prevede i seguenti elementi: 
- analisi di testi complessi; 
- didattica "problem based"; 
- individuazione e costruzione di argomenti filosofici; 
- reading di gruppo (le modalità verranno specificate in aula all’inizio del corso).
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Indicazioni bibliografiche supplementari rispetto a quelle qui sotto indicate (anche in vista dell redazione del paper) verranno fornite a lezione. 
Tramite moodle, verrà attivata una piattaforma di supporto didattico in cui verranno depositati i paper, i materiali per le lezioni, le schede dei testi, etc. Si utilizzerà sempre la piattaforma moodle per costruire eventuali pagine wiki e per attivare un forum di discussione parallelo al corso. 
La bibliografia d’esame sarà composta da 3 testi di bibliografia primaria e 3 articoli di bibliografia secondaria. Durante il corso delle lezioni e su moodle, il docente fornirà anche un elenco di testi che potranno essere utilmente usati dagli studenti per la preparazione dell’esame e per approfondimenti personali.
Gli studenti non frequentanti dovranno portare all'esame un testo di riferimento integrativo, la cui scelta dovrà anticipatamente essere concordata col docente a partire.
Testi di riferimento:
  • Descartes, René; Urbani Ulivi, Lucia, Meditazioni metafisicheCartesiosaggio introduttivo, traduzione, note e apparati di Lucia Urbani Uliviversione francese in appendice. [Milano]: Bompiani testi a fronte, 2001. Cerca nel catalogo
  • Husserl, Edmund; Altobrando, Andrea, Meditazioni cartesianeEdmund Husserla cura di Andrea Altobrando. Napoli: Salerno, Orthotes, 2017. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita'