MELANCO MIRCO

Recapiti
Posta elettronica
325848d4f82f52e22778c587a9e78ab6
porta questa
pagina con te
Struttura Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Telefono 0498278681
Qualifica Professore associato confermato
Settore scientifico L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE
Rubrica di Ateneo  Visualizza
 

Avvisi e altre informazioni
PROSSIMO RICEVIMENTO: da ottobre normalmente il martedì dalla ore 12,00 alle ore 13,30 (dalle 13,30 alle ore 14,00 solo su appuntamento da richiedere preventivamente via e-mail)

Prossimo ricevimento martedì 3 dicembre.

Triennale DAMS: per richiedere il programma da NON FREQUENATANTE di CINEMA DEL REALE si sappia che ci vogliono ALMENO TRE MESI di studio prima di fare l'esame. Difatti l'esame è di un corso di 63 ore (3 mesi) e vale 9 crediti formativi. Oltre alla lettura dei testi si dovranno guardare e studiare numerosi film. Per decidere il programma rivolgersi al docente solo al ricevimento, mai via email (è comunque gradita la prenotazione via email). Il docente preferisce conoscere la cariera pregressa prima di fissare un programma con lo studente interessato.

Magistrale SPM: per richiedere il programma da NON FREQUENATANTE di STORIA E TEORIA DELLA SCENEGGIATURA si sappia che ci vogliono ALMENO DUE MESI di studio prima di fare l'esame. Difatti l'esame è di un corso di 42 ore (2 mesi) e vale 6 crediti formativi. Oltre alla lettura dei testi si dovranno guardare e studiare numerosi film. Per decidere il programma rivolgersi al docente solo al ricevimento, mai via email (è comunque gradita la prenotazione via email).Il docente preferisce conoscere la cariera pregressa prima di fissare un programma con lo studente interessato.

PER I LAUREANDI: si preferisce parlare direttamente con gli interessati a un ricevimento (gradita prenotazione via email).





Orario di ricevimento
Martedì dalle 12:00 alle 13:30 per tutto l'anno accademico 2017/2018: studio in via Beldomandi, 1 - III piano - palazzina del DAMS prima di venire controllare sempre nel sito di docenza eventuali spostamenti dell'ultima ora
(aggiornato il 20/09/2019 10:54)

Proposte di tesi
Si preferiscono tesi su:

- autori/registi/tecnici di cinema indipendente italiano, americano, cinese, europeo;
- su sceneggiatori italiani del passato e contemporanei (di cinematografie di ogni paese):
- sulla storia del cinema italiano (singoli film o per micro-macro campioni tematici);
- cinema underground americano ed europeo;
- cinema e storia dell'arte;
- cinema come fonte di storia;
- Sceneggiatori o registi italiani di commedia all'italiana, di genere (poliziesco, western, thriller ecc.) o cinema d'autore;
- Cinema di animazione;
- Cinema e sociologia;
- Cinema e antropologia;
- Antropologia dell'immagine.

Ma qualsiasi altro tema potrebbe interessare al docente e per poterlo capire è meglio se il candidato/ laureand o si presenti a un ricevimento, così si possa discutere l'argomento di tesi.

Curriculum Vitae
Si laurea in Scienze Politiche, con lode, in “cinema come fonte di storia” sullo sceneggiatore Rodolfo Sonego (Padova 1990).

Per tre anni è “tecnico laureato ai materiali audiovisivi” dell’Istituto di Spettacolo dell’Università di Padova.

Nel 2000 ottiene, all'Università di Bologna, il dottorato di ricerca (XXII c.)in Discipline dello Spettacolo sul tema del paesaggio antropomorfico nel cinema italiano sonoro (2700 film di campione di base). In questo decennio sviluppa una serie di ricerche con Fondazioni ed Enti privati come quella sul motivo del viaggio nel cinema italiano per la Fondazione Giovanni Agnelli o sul tema del cinema e moda per Guggenheim Museum in NYC. Dal 1991 ha realizzato e, ancora segue, una videoteca particolarmente fornita di film di cinema italiano e di documentari di cinema del reale (oltre 15.000 titoli).

Dall'A.A. 1991-1992 è il consulente scientifico del Laboratorio di videoscrittura (oggi: Laboratorio per la realizzazione di documentari), prima presso la Facoltà di Lettere poi presso il Dipartimento dei Beni Culturali, corso di laurea DAMS, sempre dell'Università di Padova: il laboratorio è il primo di montaggio audiovisivi all'interno dell'accademia cinematografica universitaria europea dove gli studenti apprendono grammatica e sintassi del linguaggio audiovisivo per realizzare videotesi e documentari imparando il mestiere partecipando a Festival di cinema, concorsi, convegni (vincendo negli anni numerosi premi, come il Premio Adelio Ferrero 2016, 33° edizione per giovani video-saggisti, sezione video-saggi, con “All’armi siam registi: Cecilia Mangini racconta Lino del Fra”). In complessivo (dal 1992 al 2018 sono oltre 300 i vdeo realizzati).

Dal 2001 insegna Cinematografia documentaria presso il DAMS di Padova, dall'a.a. 2017/18 l'insegnamento ha cambiato denominazione in Cinema del reale. Successivamente, per alcuni anni, insegna Storia e critica del cinema facendo dell'equipe di ricerca del prof. Gian Piero Brunetta con il quale realizzerà anche, co-dirigendo, una serie di videosaggi e video-installazioni per Istituzioni come MOMA (NYC), Cinecittà, MART, Triennale di Milano, Musei civici di Venezia, Expo sia di Shanghai sia di Milano, o lavorerà alla realizzazioni di trasmissioni televisive e radiofoniche come Radiocelluloide (RADIO UNO RAI).

Negli anni duemila scrive quattro monografie (La prossima sarà in libreria nel settembre 2019 e si intitola "Cinema tra contaminazione del reale e politica") alterando saggi sul cinema italiano a studi sul cinema indipendente inter.

Ha diretto numerosi documentari come ANNAROSA NON MUORE (appunti sulla guerra di Liberazione nelle Prealpi bellunesi-trevigiane 1943-1945) o LA GRANDE GUERRA SULL'ALTIPIANO DI ASIAGO RACCONTATA DA MARIO RIGONI STERN (2011) o LA MONTAGNA INFRANTA (catastrofe del Vajont 1963-2013) che ha vinto il TIMELINE Film Festival (edizione 2013) come miglior video realizzato all'interno di Università europee.

Attualmente insegna al DAMS e alla Magistrale LMSSPM dove insegna Storia e teoria della sceneggiatura impegnandosi nella direzione anche del Laboratorio di sceneggiatura applicata
dove gli studenti si applicano nella creazione di sceneggiature filmiche, radio-televisive e multimediali. Attualmente sta seguendo dei progetti di ricerca video-saggistici con colleghi papirologhi, archeologi, psicologi, sociologi e con Enti esterni all’università interessati alla storia dell’arte legata al cinema come fonte di storia (e non solo).

Curriculum del docente in PDF: 325848D4F82F52E22778C587A9E78AB6.pdf

Aree di ricerca
- Sistemi produttivi multimediali che vanno dal cinema alle produzioni di serial televisivi (Tv drama series).
- Generi, forme, teorie della cinematografia documentaria.
- Generi, forme, teorie dei film (noir, crime-thriller, cyberpunk, horror, poliziottesco all'italiana, spaghetti western ecc.).
- Storia del cinema cinese.
- Storia della produzione nazionale cinematografica sonora.
- Storia e teoria della sceneggiatura (non solo) nazionale.
- Studi su nuove forme di videoscrittura e videosaggistica come autore e regista di documentari e videoinstallazioni di linguaggi multimediali.
- Realizzazione di documentari o con gli studenti frequentanti i suoi corsi e laboratori di videoscrittura e videosaggistica o con colleghi anche di altri settori scientifici disciplinari.
- Cinema ed emigrazione.
- Cinema come fonte di storia.
- Cinema undergroud (da Jonas Mekas a Andy Warhol a Robert Palmer a Emile De Antonio ...).
- Cinema e animazione.

Pubblicazioni
Monografie: Paesaggi, Passaggi e Passioni. Come il cinema italiano sonoro ha raccontato le trasformazioni del paesaggio, Liguori Editore, Napoli 2005, pp.
Andy Warhol. Il cinema della vana vita, Lindau, Torino 2006.
Il conformismo intelligente di Rodolfo Sonego, Fondazione Ente Spettacolo, Roma 2010.
Giuseppe Taffarel. La poetica del vivere nel documentario neorealista, Comune di Valstagna/Regione Vento Direzione Attività Culturali e Spettacolo, Valstagna (Vi) 2012.

Saggi: Immagini per interpretare la trasformazione dei costumi, in La grande svolta Anni ’60, viaggio negli Anni Sessanta in Italia, Catalogo della mostra omonima, Skira, Padova 2003;
La vita (è veramente) semplice nella Venezia del dopoguerra e degli anni Cinquanta?, a cura di Gian piero Brunetta e Alessandro Faccioli, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, atti del Convegno Cinema e storia: l’immagine di Venezia nel cinema del Novecento (tenutosi a Venezia 9-11 maggio 2002), Venezia 2004;
La Vespa nel cinema, in Collezione Permanente del Design Italiano, in Vespa un viaggio italiano, Triennale di Milano, Charta, Milano, 2005;
La disintegrazione del nucleo affettivo, in (a cura di Vito Zagarrio) La meglio gioventù – Nuovo cinema italiano 2000-2006, Saggi Marsilio, Venezia, 2006;
Il cinema come fonte di storia, in (a cura di Bianca Bardini), La memoria inquieta del novecento, (pp. 215-247), Casa della Memoria, Brescia 2007;
Tutto il mosaico onde ci componiamo. La trasformazione del paesaggio veneto visto dal cinema, “ATENEO VENETO”, vol. 7/I, Venezia 2008;
Intervista a Ermanno Olmi e a Mario Rigoni Stern: i recuperanti, in Luci sulla città Vicenza e il cinema, a cura di Alessandro Faccioli, Marsilio, Venezia 2008;
Dalla Cortina Hollywoodiana ai vizi privati nei film dei fratelli Vanzina, in Luci sulla città Belluno e il cinema, a cura di Alessandro Faccioli, Marsilio, Venezia 2009;
Lo sceneggiatore di cinema bellunese Rodolfo Sonego, in Luci sulla città Belluno e il cinema, a cura di Alessandro Faccioli, Marsilio, Venezia 2009;
Venezia nei film di genere, dagli anni Settanta a oggi, in Luci sulla città Venezia e il cinema, a cura di Gian Piero Brunetta e Alessandro Faccioli, Marsilio, Venezia 2009;
Dallo zolfo al carbone, “Quaderni del CSCI”, vol. 5, Barcelona 2009;
Il cinema di Walter Santesso, “Padova e il suo Territorio”, vol. 37-39, 2009.
Appunti di viaggio dell’emigrato italiano nel cinema, “ALTREITALIE”, Fondazione Giovanni Agnelli, Torino, 2009.
Napoli oggi, vista dal cinema di ieri, a cura di Chiara Masiello e Adriana Muti, in Napoli, una città nel cinema, Napoli 2010;
La Napoli del degrado vista dal cinema italiano dal 1950 ai giorni nostri. Soggetto per un videosaggio, a cura di Chiara Masiello e Adriana Muti, in Napoli, una città nel cinema, Napoli 2010;
Nordest. Forme e pratiche cinematografiche, “Quaderni del CSCI”, vol. 6, Barcelona 2010.
“Res Aëronautica”. L’avventura del volo raccontata dal cinema (dagli albori alla Seconda Guerra Mondiale), in Cent’anni di volo a Padova, a cura di Elisa Ruggiero, Aracne, Ariccia (Rm) 2011.
Il cinema come fonte di storia, in Antologia di cinema e storia. Riflessioni, testimonianze, interpretazioni, a cura di Pasquale Iaccio, Liguori Editore, Napoli 2011.
Fazzoletti di terra. Giuseppe Taffarel e lo sguardo neorealista sulla montagna veneta, in Piccola terra. In equilibrio sulle “masiere”, a cura di Mauro Varotto, Cierre ed., Vr, 2012.

Insegnamenti dell'AA 2019/20
Corso di studio (?) Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Lingua Responsabile
LE0606 COMUNE SUP6075298 9 II Anno (2019/20) Primo
semestre
ITA MIRCO MELANCO
LE0615 COMUNE SUP7079437 3 I Anno (2019/20) Annuale ITA MIRCO MELANCO
LE0606 COMUNE SUP8082790 3 I Anno (2019/20) Annuale ITA MIRCO MELANCO
LE0615 COMUNE SUP4067159 6 I Anno (2019/20) Primo
semestre
ITA MIRCO MELANCO